Legge Fornero, il 15 ottobre presidio Cgil, Cisl e Uil davanti la Prefettura di Fermo

Cgil Cisl Uil 1' di lettura 12/10/2015 - Dopo la mobilitazione unitaria delle scorse settimane a Roma, il prossimo 15 ottobre davanti la sede della prefettura di Fermo, come davanti alle Prefetture delle altre province marchigiane, dalle ore 10 alle 12 ci sarà un presidio di lavoratori e pensionati.

E’ la protesta promossa da Cgil, Cisl e Uil per sostenere la vertenza previdenziale, in occasione dell’imminente presentazione del disegno di legge sulla stabilità per il 2016. L’obiettivo è quello di spingere il Governo ad individuare soluzioni adeguate ai problemi aperti e per sbloccare il mercato del lavoro, offrendo nuove opportunità ai giovani.
E’ tempo di modificare la legge Fornero, affrontando il tema della riduzione dei limiti di età per il pensionamento.

Occorre intervenire sull’introduzione della flessibilità in uscita e per garantire una prospettiva previdenziale dignitosa ai giovani, compresi coloro che sono impiegati in attività precarie. Per Cgil, Cisl e Uil, è importante anche risolvere la questione degli esodati nonché salvaguardare le attuali pensioni.

Servono soluzioni che consentano di rispondere all’insieme delle problematiche di natura previdenziale rimaste aperte, dagli esodati fino alla reintroduzione di criteri più flessibili per l’accesso al pensionamento.

Il Sindacato confederale chiede:

. Flessibilità e riduzione dell’età minima per andare in pensione
. Una previdenza più equa e socialmente sostenibile
. Maggiori opportunità di lavoro per i giovani
. Risorse per gli esodati
. Reale rivalutazione delle pensioni in essere






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2015 alle 16:08 sul giornale del 13 ottobre 2015 - 1494 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil, cisl, marche, uil

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ao7Q





logoEV
logoEV