Calcio, la Fermana sconfitta ad Avezzano

3' di lettura 04/10/2015 - Zona Cesarini fatale alla Fermana, che nei minuti finali vede sfumare tre punti difesi fino al 42′ della ripresa con le unghie e con i denti.

Si sapeva che ci sarebbe stato da lottare in terra marsicana. «Mi auguro che sia una sconfitta salutare – il commento di Mister Jaconi in sala stampa – perché certe partite, specie in trasferta e su certi campi, possono mettersi anche così, ed i ragazzi debbono essere più bravi a leggere certe situazioni e a chiudere prima gli incontri». Analisi ineccepibile, visto che il buon Avezzano visto oggi allo Stadio dei Marsi, darà probabilmente filo da torcere a molte squadre, specie nella propria tana e contando su determinate individualità.

Dispiace, però, perché a pochi istanti dal termine la Fermana conduceva ancora per 1-0, forte del quinto sigillo di Degano, abile a capitalizzare al 10′ del primo tempo un errore difensivo. Dispiace, però, forse ancora di più, perché nonostante il forcing dei bianco-verdi, che non hanno risparmiato anche qualche colpo al limite del lecito (non casuali le sostituzioni di Sene e Ferrini, entrambi vittime di falli violenti e non adeguatamente sanzionati) ed un direttore di gara capace invece di dispensare cartellini gialli solo sul fronte canarino, si è anche sfiorato il raddoppio, ed allora si sarebbe potuto parlare di tutta un’altra storia, così come se dopo il pari locale si fosse subito ripassati in vantaggio.

Le occasioni non sono mancate. Non è andata però così, ed i gialloblù pagano dunque carissimi quei 180′ secondi allo scadere in cui forse con un pizzico di furbizia in più, avrebbero avuto altro esito il contropiede finalizzato dal gioiellino Di Massimo o la palla rimessa al centro a beneficio di Bisegna, che non si è certo lasciato pregare dall’insaccare sotto la traversa. Grandissima amarezza, dunque, per una sconfitta che certamente brucia e che poteva essere evitata: da applausi comunque la prestazione delle due tifoserie, avezzanese e fermana, che, gemellate, prima, durante e dopo la gara, hanno incessantemente sostenuto i loro beniamini ricordando reciprocamente l’amore per lo sport che li unisce.

AVEZZANO (4-3-3): D’Avino, Valerio, Felli, Sassarini, Menna, Tabacco, Puglia (6′ st Bittaye), Iommetti (6′ st La Rosa), Di Genova (48′ st Venditti), Bisegna, Di Massimo. A disposizione: Ciciotti, Ndiaye, Marretti, Kras, Persia. All.Alessandro Lucarelli.

FERMANA (3-5-2): Olczak, Cesselon, Terrenzio, Ferrini (17′ st Misin), Comotto, Sene (20′ st Ficola), Urbinati, Omiccioli, Cremona (35′ st Tascini), Degano, Iotti. A disposizione: Polimanti, Gregonelli, Passalacqua, Ispas, Traini, Valdes. All. Osvaldo Jaconi.

ARBITRO: Sig. Mario Cascone della sezione di Nocera Inferiore. ASSISTENTI: Raffaele Accetta di Tivoli e Antonio Mariniello di Ercolano.

RETI: 10′ pt Degano, 42′ st Di Massimo, 44′ st Bisegna.

NOTE: ammoniti al 40′ pt Degano, al 42′ pt Bisegna, al 5′ st Valerio, al 15′st Ferrini, al 26′st Terrenzio ed al 32′ st Cesselon per azione fallosa; ammonito al 45′ st Olczak per perdita di tempo. Corner 3-2. Recupero 1′+5′.Spettatori 800 circa; terreno in ottime condizioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-10-2015 alle 20:36 sul giornale del 05 ottobre 2015 - 1351 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, fermana calcio, serie d

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoO0





logoEV