Basket: l'Icubed Pedaso supera Fabriano 73-61

Palla basket 4' di lettura 04/10/2015 - Il remake della finale playoff di C Regionale del 2014 premia l'Icubed Pedaso, che batte con pieno merito la Janus Fabriano e resta a punteggio pieno dopo due giornate.

Davvero convincente la prestazione dei ragazzi di Camarri, in particolar modo in un primo tempo chiuso con 49 punti a referto, frutto di un'ottima circolazione di palla e della volontà di trovare sempre il compagno meglio piazzato per una conclusione ad alta percentuale. Nella seconda parte, poi, l'Icubed, anche aiutata dalle cattive percentuali ai liberi degli ospiti, ha gestito senza affanni il vantaggio, non permettendo mai alla Janus di riavvicinarsi sotto agli otto punti di scarto, peraltro toccati in una sola occasione.

C'è davvero molto di cui essere soddisfatti, quindi, anche perché la “vecchia guardia” (che ha riaccolto un Manfrini già piuttosto pimpante nonostante l'anno di sosta forzata) sembra trovarsi ormai a memoria e sta rendendo piuttosto agevole l'inserimento dei nuovi, che comunque in questa partita ci hanno messo tanto del loro; Morresi è stato l'autentico mattatore del primo tempo, dimostrando anche grande facilità nel trovare il canestro in 1vs1, Ciccorelli (all'esordio stagionale pur non essendo ancora al 100%) è stato incredibilmente efficace nel tramutare in oro quasi ogni pallone toccato, colpendo con regolarità dalla media e muovendosi bene anche sotto canestro, e lo stesso Ayiku, pur senza segnare, ha comunque dato un importante contributo soprattutto in pressione difensiva su Taylor.

Insomma, c'è ancora tanto da lavorare, come è normale che sia dopo sole due giornate, ma i segnali sono senz'altro positivi. Cronaca: Coach Camarri propone il suo quintetto base con Carletti, Domesi, Morresi, Di Angilla e Conti, mentre dall'altra parte Bolzonetti risponde con Bugionovo, Taylor, Quercia, Paoletti e Franklin. L'inizio gara è molto equilibrato, con Pedaso che comincia da subito a giocare un'ottima pallacanestro offensiva di squadra e Fabriano che risponde colpo su colpo con la velocità di Taylor, la personalità di Bugionovo e l'atletismo di Franklin. Con queste armi gli ospiti toccano anche il +4, ma un Morresi incontenibile (11 punti nel solo quarto iniziale per lui) lancia il parziale che permette all'Icubed di impattare e di piazzare il primo strappo della serata (27-20 al primo mini intervallo con una tripla sulla sirena finale di Manfrini).

La Janus, però, in apertura di secondo periodo cancella quasi interamente lo svantaggio arrivando al -1 con un libero di Carnevali, ma non riesce ad andare oltre perché l'Icubed continua il proprio clinic offensivo trovando subito ottime cose da Ciccorelli e sfruttando la vena realizzativa di Morresi e Domesi. Sono proprio questi ultimi due a dare sostanza all'allungo dei padroni di casa, che toccano per la prima volta la doppia cifra di vantaggio con due liberi di Carletti. Nel finale di quarto, poi, Pedaso trova anche cinque punti in fila di Conti e si porta all'intervallo in vantaggio di 12 lunghezze (49-37).

Al rientro dagli spogliatoi si capisce subito che nei secondi venti minuti si assisterà ad un altro tipo di partita; le percentuali scendono da una parte e dall'altra e Pedaso trema quando Usberti confeziona un 2+1 per il -8 (49-41) con contemporaneo quarto fallo del fin lì ispiratissimo Morresi. Sembra poter essere un punto di svolta, ed in realtà lo è, ma non nel senso sperato dai fabrianesi, perché l'Icubed riallunga subito con un 6-0 interamente firmato da Ciccorelli. Nonostante questo, però, la Janus non molla e al trentesimo Pedaso è sì in controllo, ma tutt'altro che al sicuro (56-45).

Ma il prevedibile tutto per tutto degli ospiti nell'ultimo periodo non si concretizza; Pedaso è brava a gestire i ritmi della partita e a realizzare con ottime percentuali dalla lunetta, fondamentale con il quale invece gli ospiti continuano a litigare come per tutto il resto della serata, lasciando per strada dei punti che avrebbero potuto dare un minimo più di sostanza alle loro velleità di rimonta. Così facendo Fabriano riesce a toccare il -10 con Taylor solo ad un paio di minuti dal termine, ma un'azione con tre rimbalzi offensivi consecutivi di Di Angilla, pur non fruttando punti, finisce per consumare parecchio del tempo rimasto e per spegnere definitivamente la già flebile fiammella di speranza della Janus.

Termina quindi con il successo 73-61 dei ragazzi di Camarri, che ora sono chiamati a dare continuità a questa vittoria nel turno infrasettimanale che mercoledì sera (sempre alle 21:15) li vedrà ospitare la Pallacanestro Recanati dell'ex Elia Monticelli.

Pedaso: Manfrini 4, Domesi 13, Morresi 18, Monterubbianesi 2, Di Angilla 5, Ayiku, Ciccorelli 14, Stampatori ne, Conti 9, Carletti 8, Capponi ne, All. Camarri

Fabriano: Taylor 15, Carnevali 3, Usberti 5, Bugionovo 13, Braccini ne, Nizi 3, Paoletti 9, Franklin 9, Patrizi ne, Ruggeri, Quercia 4, All. Bolzonetti






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-10-2015 alle 17:25 sul giornale del 05 ottobre 2015 - 1264 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pedaso, pallacanestro pedaso, Palla basket

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoOT





logoEV
logoEV