S.Elpidio: Folk Polenta-le terre del mais. Musica e tradizioni in centro

3' di lettura 19/09/2015 - Torna la tradizione dello scartozzà in città. Dal 24 al 27 settembre torna a vivere una tradizione mai dimenticata con un’iniziativa proposta dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con l’Associazione Culturale Le Querce degli Angeli e con la collaborazione di Slow Food, Coldiretti, Tipicità Experience, Anci, Chi mangia la foglia, ISITPS Tarantelli, Associazione Spazio Donna ed il patrocinio della Camera di Commercio di Fermo, della Provincia di Fermo e della Regione Marche.

L’idea si sviluppa da una proposta fatta lo scorso anno dall’Associazione Le Querce degli Angeli che avrebbe voluto riportare l’iniziativa nel quartiere. Non è stato possibile e la si è riproposta quest’anno: idea sposata e sostenuta dall’Amministrazione Comunale che però non ha voluto che fosse una iniziativa di quartiere ma dell’intera città, portandola così in centro.

Ecco, dunque, che è stato messo a punto un programma che si struttura in diversi appuntamenti.

Il 24 settembre presso la sala consiliare del Comune sarà proposto un convegno, organizzato in collaborazione con Slow Food, sui mais antichi, a partire dalle ore 21.30. Il 25 sarà proposta una cena a tema, a partire dalle ore 20.00, dove protagonista sarà “Sua maestà il Mais”, con l’intrattenimento musicale de Li Mazzamurelli de li Sibillini.
Sabato 26 Marco Meo in concerto a partire dalle ore 21.30 con apertura degli stand gastronomici dalle ore 19.00. Il gran finale è previsto per domenica 27: dalle ore 8.00 alle ore 20.00 sarà proposto in centro storico un mercatino dei prodotti tipici a chilometro zero della Coldiretti per arrivare al momento clou delle ore 16.00 con “Lo Scartozzà de na ota”. E’ previsto un corteo di trattori e carri d’epoca dal Quartiere Angeli fino ad arrivare in piazza Matteotti con figuranti in costume d’epoca. Trattori e strumenti saranno poi esposti in piazza dove si terranno anche giochi tradizionali e sarà proposta musica folkloristica con apertura degli stand gastronomici alle ore 18.00 ed esibizione del Gruppo Folklorisico Ortensia alle ore 21.00.

“Per noi è una grande soddisfazione tornare a proporre la tradizione dello scartozzà – osserva Roberto Zefferini, portavoce di tutto il comitato dell’Associazione Culturale Le Querce degli Angeli – e festeggeremo seppur con la tristezza nel cuore per il lutto che ha colpito tutti noi con la scomparsa di Graziella, una delle anime del gruppo, grande lavoratrice e grande sostenitrice delle iniziative della nostra associazione. A lei andrà il nostro pensiero ed il nostro ricordo anche se saremo tutti a festeggiare”.

“La nostra città è molto legata alla tradizione dello scartozzà che con questa iniziativa torna dopo quasi 20 anni di assenza – osserva il Sindaco, Alessio Terrenzi – e ringrazio tutti coloro che hanno collaborato per fare in modo che ciò si potesse concretizzare. Il nostro centro storico ben si presta anche per fare da contenitore ad iniziative di questo tipo e lavoreremo per fare in modo che questa ritrovata tradizione possa avere un seguito anche in futuro trattandosi di un progetto in cui crediamo molto.

L’obiettivo è quello di creare le basi per riportare lo scartozzà all’interno delle feste patronali ma, per il momento, si tratta di una prospettiva a lungo termine”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-09-2015 alle 18:07 sul giornale del 21 settembre 2015 - 1472 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sant'Elpidio a Mare, Comune di Sant'Elpidio a Mare, folk polenta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aojm





logoEV
logoEV