Calcio: serie D, Fermana al Carotti senza gol

Jesina Fermana, serie D girone F 3' di lettura 13/09/2015 - Seconda giornata del campionato di serie D, girone F: al Carotti la Jesina affronta la Fermana nel secondo e più sentito derby marchigiano, dopo l'esordio contro il Castelfidardo.

La Jesina può contare sul capitano Marco Strappini, che ha tenuto col fiato sospeso mister Bugari fino a sabato, per via di un problema muscolare. Nelle file della Fermana manca Urbinati, al suo posto mister Jaconi schiera Misin.

Entrambe le squadre non si sbilanciano per il primo quarto d'ora. Primi brividi al 18', quando si accende la mischia nell'area della Fermana ma nulla di fatto.

Poco dopo la prima grande occasione per la Jesina di passare in vantaggio: al 21' Sassaroli prova la conclusione ma il palo alla destra di Olczak gli nega il gol.

Rispondono i canarini, al 28' Comotto di testa spicca sulla difesa ma la palla supera la traversa. Passa la mezzora e Cremona prova dalla distanza, ma la sua botta finisce sul fondo.

Al 37' è ancora la Fermana ad impensierire la difesa leoncella: cross rasoterra di Iotti, la palla attraversa pericolosamente l'area e Degano per un soffio non arriva a toccare la palla da ghiotta posizione e viene anticipato da Cecchini che si impadronisce della sfera.

Il primo tempo si chiude con pochi sussulti per il pubblico, ad eccezione del palo di Sassaroli.

Squadre subito combattive in campo nel secondo tempo, e si vede anche qualche fallo di troppo. Appena rientrati in campo, mister Bugari deve cambiare Strappini, non in forma per proseguire, entra Ambrosi.

Scontro Comotto Cecchini in area biancorossa, con l'intervento dei sanitari di entrambe le formazioni, ma i due giocatori si rialzano senza conseguenze.

Al 60' punizione di Degano, Passalaqua colpisce di testa ma ci mette una pezza Cecchini che allontana la palla.

Jesina con un uomo in meno: al 70' Sassaroli commette fallo su Iotti, l'arbitro estrae senza esitare il cartellino rosso per gioco pericoloso.

Terzo ed ultimo cambio nelle file della Jesina al 74': esordio in campo per Cesaroni, che va a sostituire Carnevali, il quale esce tra gli applausi della tribuna.

Percussione degli ospiti al 79': ci prova con un pallonetto di testa Iotti, poco dopo Valdes ma un insuperabile Cecchini non si fa trovare impreparato.

Al minuto 83 Trudo viene atterrato da Comotto: nonostante la distanza Cesaroni cerca lo specchio della porta, palla di poco a lato.

Nei 5 minuti di recupero gli ospiti protestano per un fallo ai danni di Degano in area di rigore.

Termina a reti inviolate, un risultato che ha rispecchiato quanto visto in campo.

Jesina: Cecchini, Calcina, Carnevali (74' Cesaroni), Strappini (49' Ambrosi), Tafani, Fatica, Frulla, Cardinali, Trudo, Sartori (64' Pierandrei), Sassaroli. A disposizione Niosi, Marini, Compagnucci, Cameruccio, Sampaolesi, Alessandroni. All. Yuri Bugari

Fermana: Olczak, Passalaqua, Terrenzio (77' Tascini), Ferrini, Comotto, Ficola (47' Cesselon), Misin (61' Valdes), Omiccioli, Cremona, Degano, Iotti. A disposizione Casini, Belleggia, Gregonelli, Sene, Traini, Vitali. All. Osvaldo Jaconi.

Ammoniti: Trudo, Cesselon, Passalaqua, Terrenzio, Cardinali
Espulsi: Sassaroli al 70'

Spettatori: 1.200 con circa 100 tifosi ospiti


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it







Questo è un articolo pubblicato il 13-09-2015 alle 15:22 sul giornale del 14 settembre 2015 - 420 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, calcio, Jesina, curva, fermana, serie d, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/an44





logoEV
logoEV