Calcio: la Fermana dimostra di avere carattere, 3-3 con la Samb

5' di lettura 07/09/2015 - La Fermana ha dimostrato di avere carattere. Una caratteristica fondamentale in un campionato difficile ed equilibrato come la Serie D girone “F” colmo di derby e partite insidiose. Emblematico il calendario che ha previsto subito una prova del fuoco per gli uomini di Osvaldo Jaconi. Subito partitissima. Subito Fermana – Samb.

L’ottima cornice di pubblico accorsa a gremire le gradinate del “Bruno Recchioni” si è sicuramente divertita considerate le sei marcature. Degano al quarto d’ora delizia il popolo gialloblù su calcio piazzato, ma la Samb, forte del suo brioso reparto avanzato, non sembra risentirne: Pezzotti impatta su calcio franco basso, Sorrentino insacca il filtrante di Palumbo e Titone è glaciale dal dischetto. I rossoblù vanno a riposo sul 3-1, ma la Fermana è viva. Eccome se è viva.

Omiccioli finalizza al meglio un’azione avviata da Comotto e proseguita da Degano. Il match è riaperto. La Samb, che stava iniziando a palesare un calo fisico visti i quindici giorni in meno di preparazione alle spalle, resta in inferiorità numerica per un ingenuo fallo di Pezzotti su Degano. Alla Fermana non resta che crederci. Iotti sulla sinistra sale di tono, Degano non smette di ispirare. Il Comandante Jaconi inserisce Tascini per dare più peso al reparto avanzato e rimodulando lo scacchiere con la difesa a 4 rispetto al 3-5-2 iniziale. L’ex Todi ci prova di testa, capitan Comotto lo imita. Cresce la messe dei corner conquistati. Su uno di questi, Omiccioli prolunga la traiettoria per l’ex Cremona il quale, solo sul secondo palo, in mezza girata al volo fa esplodere il “Recchioni” per il 3-3. La Sambenedettese in 10 e a corto di fiato deve solo difendere il risultato. C’è ancora tempo, ma non a sufficienza per capovolgere il risultato.

Chiaramente in attivo il bilancio gialloblù dopo la prima: i meccanismi da oliare e qualche ingenuità di troppo non scalfiscono la reazione da grande squadra dimostrata nella ripresa così come l’ottima vena mostrata dal reparto avanzato canarino.

La cronaca

2' pt: Pezzotti conquista il primo corner per i rossoblù, chiamando al grande intervento Olczak.
4' pt: pericolosa punizione di Degano, i canarini in area non riescono a trovare l'incornata vincente, solo rimessa per la Fermana.
7' pt: tambureggiante attacco della Sambenedettese in area gialloblù, con Titone che si invola sulla destra e serve al centro, mettendo in forte apprensione la retroguardia locale.
12' pt: la rasoiata da calcio franco di Degano fa la barba al palo alla destra di Pegorin.
14' pt: la punizione tesa di Degano (fallo subito dallo stesso da Lomasto, ammonito) vale il vantaggio della Fermana.
18' pt: testa di Sorrentino, Olczak alza sopra la traversa.
22' pt: Pezzotti direttamente da calcio piazzato buca la retroguardia canarina per il pari.
29' pt: il pregevole spunto di Palumbo viene capitalizzato da Sorrentino il cui sinistro trafigge implacabilmente l'estremo locale.
36' pt: Barone rischia l'autogol con un colpo di testa a sfavore di vento. Primo corner Fermana con Comotto che viene atterrato, tutto regolare per l'arbitro.
43' pt: rigore per la Sambenedettese, con Ficola che atterra Montesi. Dal dischetto Titone realizza il 3-1.

3' st: Mister Jaconi corre subito ai ripari inserendo Misin per l'acciaccato Urbinati.
8' st: Barone prova a beffare Olczak con un pallonetto dalla distanza, in due tempi l'estremo canarino sventa la minaccia.
10' st: Omiccioli di testa incorna un pregevole cross dello specialista Degano ed accorcia le distanze.
13' st: Sambenedettese in dieci per l'espulsione di Pezzotti, reo di un fallo su Degano.
17' st: out di un nonnulla il tap-in di Cremona, su corner di Degano spizzato da Comotto.
21' st: Montesi sulla linea respinge con i piedi il colpo di testa di Degano.
23' st: Jaconi tenta la carta Tascini, sostituendo Terrenzio e cambiando modulo di gioco, con una difesa a 4 elementi. Immediatamente dopo ai ripari anche Beoni, con Perna e Bonvissuto inseriti al posto di Sorrentino e Palumbo.
32' st: Tascini di testa su assist dal fondo di Degano impegna severamente Pegorin, a nessuno riesce il tap in vincente.
38' st: Pegorin alza sulla traversa l'incornata di Comotto.
39' st: il collo destro di Cremona griffa il pareggio canarino, dopo il corner di Degano corretto da Ficola.
45' st: Fermana ancora pericolosa in avanti con Misin.

FERMANA (3-5-2): Olczak, Passalacqua, Terrenzio (23' st Tascini), Ferrini, Comotto, Ficola, Urbinati (3' st Misin), Omiccioli, Cremona, Degano, Iotti. A disposizione: Casini, Cesselon, Gregonelli, Sene, Traini, Valdes Seara, Vitali. All. Osvaldo Jaconi.
SAMBENEDETTESE (4-2-3-1): Pegorin, Tagliaferri, Montesi, Barone, Salvatori, Lomasto, Titone, Sabatino (18' st Mattia), Sorrentino (26' st Bonvissuto), Palumbo (26' st Perna), Pezzotti. A disposizione: Reali, Casavecchia, Flavioni, Conson, Vallocchia, Boninsegni. All. Loris Beoni.
ARBITRO: Sig. Fabio Natilla della sezione di Molfetta.
ASSISTENTI: Mauro Dell'Olio di Molfetta e Emanuele Pansini di Bari.
RETI: 14' pt Degano, 22' pt Pezzotti, 29' pt Sorrentino, 43' pt rigore Titone, 10' st Omiccioli, 39' st Cremona.
NOTE: espulso al 13’ st Pezzotti per gioco falloso. Ammoniti: Lomasto, Ficola, Salvatori e Degano. Corner 9-7. Recupero 1'+5'. Spettatori 2500 circa. Terreno in ottime condizioni, gradi 22°.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-09-2015 alle 18:53 sul giornale del 08 settembre 2015 - 1305 letture

In questo articolo si parla di sport, fermana calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anSA





logoEV
logoEV