x

SEI IN > VIVERE FERMO > CRONACA
articolo

S.Elpidio: rinvenuto a Casette d'Ete un esemplare di Chelydra serpentina, specie che può costituire pericolo

2' di lettura
1384
da Comune di Sant\'Elpidio a Mare
www.santelpidioamare.it

Chelydra Serpentina (tartaruga azzannatrice)

Nel pomeriggio di ieri, giovedì 20 agosto, è stato rinvenuto un esemplare di tartaruga appartenente alla specie Chelydra Serpentina (tartaruga azzannatrice), inserita nell’ambito dell’elenco delle specie animali che possono costituire pericolo per la salute e l’incolumità pubblica e di cui è proibita la detenzione. In rinvenimento è avvenuto a seguito di una segnalazione di un cittadino, in via Enrico Fermi a Casette d’Ete.

La tartaruga azzannatrice - del peso di 10 chilogrammi, carapace 30 cm e lunghezza complessiva 60 cm - è stata prelevata dagli agenti di Polizia Locale che, a seguito dell’attività informativa svolta, hanno provveduto a consegnare l’animale al Corpo Forestale dello Stato, servizio C.I.T.E.S. Territoriale di Fermo ed informato l’Autorità Giudiziaria.

L’esemplare rinvenuto, appartenente alla famiglia Chelydriadae originaria del Nord America, è una delle tartarughe d'acqua dolce più grandi. Il suo carapace può raggiungere i 48 cm anche se in genere arriva a circa 25 cm. Il peso varia dai 4,5 ai 6 kg, ma alcuni esemplari allevati in cattività sono arrivati a pesare ben 34 kg. Ha un corpo robusto, il carapace increspato (più evidente negli esemplari giovani) e una lunga coda. L'apparato muscolare è ben sviluppato, in particolare quello del collo, che permette di sferrare abili morsi dai movimenti che ricordano quelli di un serpente (da qui deriva "serpentina").
Si tratta del sesto rinvenimento di un animale di tale specie effettuato in Italia.

Vista la particolarità della specie, inclusa nell’allegato A del D.M. 19/04/1996 “Elenco delle specie animali che possono costituire pericolo per la salute e l'incolumità pubblica e di cui è proibita la detenzione”, il Corpo Forestale provvederà a destinare l’animale ad una struttura idonea nel rispetto della normativa vigente.

“Ringrazio Gianluca Mecozzi, il cittadino che ha effettuato la segnalazione – commenta il Sindaco – e che ci ha permesso di intervenire in modo tempestivo soprattutto alla luce del fatto che si tratta di un esemplare potenzialmente pericoloso”.



Chelydra Serpentina (tartaruga azzannatrice)

Questo è un articolo pubblicato il 22-08-2015 alle 17:34 sul giornale del 24 agosto 2015 - 1384 letture