Vivere a 4 Zampe: canile ucraino dato alle fiamme. Cisternino, 'sono i dog hunters'

Vivere a 4 Zampe, incendio Rifugio Italia in Ucraina 2' di lettura 19/04/2015 - Sono 75 i cani morti la scorsa settimana nell'incendio doloso appiccato al Rifugio Italia, costruito dal fotografo e animalista Andrea Cisternino in Ucraina. Lo scopo del canile era quello di salvare i randagi dai cosiddetti 'dog hunters'.

Dei 'dog hunters' in Italia (e nel mondo) ne avevamo sentito parlare in occasione del Campionato Europeo di Calcio del 2012, quando sui Tg venivano pubblicate le atroci immagini dei cani randagi uccisi per ripulire le strade in occasione dell'evento. Andrea Cisternino, presidente della Fondazione International Animal Protection League onlus, ne parla da anni, ma la sua azione non si è limitata alla denuncia. Rifugio Italia, vicino a Kiev, è nato proprio per dare protezione a quei randagi che altrimenti sarebbero finiti sulla lista nera degli 'assassini di cani'.

I 'dog hunters' sono organizzati, hanno un sito internet e secondo Cisternino non si limitano ad uccidere gli animali che vagano per le strade, ma anche quelli nei rifugi. Dunque appaiono poco credibili le dichiarazioni diffuse dai dog hunters, secondo cui l'attentato al canile non sarebbe nato da una loro iniziativa.

Le bombe molotov lanciate contro il Rifugio Italia hanno colpito direttamente le capannine in legno e la cucina. Sono solo una ventina i cani che si sono salvati e nell'incendio è rimasta ferita anche una delle due volontarie presenti in quei drammatici momenti.

Intanto dall'Italia nascono numerose le iniziative a sostegno del nostro amico Cisternino, come il presidio organizzato da Animalisti Italiani Onlus lo scorso giovedì davanti all'ambasciata ucraina a Roma; tuttavia non manca l'appoggio e la solidarietà anche da parte del popolo ucraino stesso. Andrea ha già ricominciato a costruire e come ha dichiarato il giornalista di Rete Canavese, Elso Merlo, 'le sue foto hanno piantato un seme, ma è il sacrificio di questi 75 ambasciatori della non violenza che farà crescere la pianta'.

Per aiutare Andrea a ricostruire il rifugio: BONIFICO BANCARIO: 
Banca Monte dei Paschi di Siena - Conto intestato a: Andrea Cisternino
Cod. IBAN : IT 02 O 01030 01661 000001396774 
Cod. BIC/SWIFT : PASCITM1645 
Causale: DONAZIONE BENEFICA I.A.P.L. ONLUS.

Di seguito il servizio di Rete Canavese Tv, tuttavia avvertiamo che le immagini proposte sono forti e potrebbero urtare la Vostra sensibilità.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it







Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2015 alle 11:14 sul giornale del 20 aprile 2015 - 1464 letture

In questo articolo si parla di attualità, ucraina, randagi, articolo, Arianna Baccani, andrea cisternino, rifugio, cisternino, dog hunters

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aif3

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere a 4 zampe