Basket: Dino Bigioni Shoes travolge a domicilio dei Rimini Crabs

Poderosa Basket Montegranaro 3' di lettura 08/02/2015 - E sono 8. Non si ferma più la Dino Bigioni Shoes Montegranaro, che travolge a domicilio dei Rimini Crabs troppo inferiori per poter infastidire la corazzata giallonera e centra così l’ottavo successo consecutivo.

Dura pochi minuti la resistenza dei romagnoli, giusto il tempo di far scaldare le mani ai tiratori di una Poderosa che però è stata tutt’altro che perfetta in difesa. Ci hanno provato Perin (17 punti) e Crotta (16 con 10 rimbalzi) a tenere Rimini a galla, ma la marea giallonera si è abbattuta sui rossoneri senza lasciar loro scampo. A trascinare la Dino Bigioni Shoes uno straripante Coviello (17 punti e 11 rimbalzi), spalleggiato da un Micevic in versione playmaker occulto (13 punti con 6/7 dal campo e 4 assist) e dai due registi “veri”, Alessandri e Andreani (13 punti e 7 assist per il primo, solo 7 ma con 10 passaggi smarcanti per il secondo).

Sfidare al tiro da fuori uno degli attacchi meno prolifici del girone poteva essere la chiave del match. E per questo coach Steffè prova subito a blindare l’area con la zona 2-3. Al solito, la Poderosa è sonnacchiosa in avvio, lenta negli accoppiamenti difensivi e nelle rotazioni, ma l’attacco è fluido e le percentuali riminesi, dopo un avvio promettente, si sgonfiano presto. Il parziale di 13-0 marchiato a fuoco dalle invenzioni di Alessandri e Micevic spediscono subito in fuga la Dino Bigioni Shoes (20-7 al 7’). Coach Mladenov mischia le carte alternando le zone, ma i gialloneri viaggiano vicina al 70% dal campo contro il 30% riminese nel 1° quarto, troppo per poter temere scherzi.

Il vantaggio veregrense lievita nel secondo quarto, toccando presto il +24 (44-20 al 14’) ma i granchietti non ci stanno a farsi maciullare così. Le voragini difensive giallonere lasciano praterie a Perin e compagni ed è proprio l’ex di turno a riportare i Crabs fino al -14 (52-38 al 21’). Ma con le percentuali a restare fantascientifiche la Poderosa non rischia nulla. C’è spazio anche per l’esordio in serie B del giovanissimo Cesana (classe 1998) già sul finire del terzo quarto e l’ultimo quarto è di puro garbage time. La testa può già andare al delicato match di sabato prossimo contro la Luiss Roma, la rincorsa a Rieti e Palestrina continua.

Queste le parole di coach Steffè a fine partita: “Il cambio di allenatore ha fatto bene a Rimini, la squadra ora gioca con un’altra faccia. Sapevamo che erano rimasti in partita fino alla fine sia con Senigallia che contro l’Eurobasket quindi non era un impegno da sottovalutare. Abbiamo avuto un buon inizio poi è filato tutto via liscio e anche stavolta ho potuto dare spazio ai giovani, che ci danno una grossa mano in questo momento della stagione. In difesa abbiamo fatto buone cose finché siamo rimasti concentrati, anche se abbiamo avuto più di un passaggio a vuoto. Il 60% dal campo aiuta, ma è frutto del fatto che ci passiamo di più la palla e siamo riusciti a trovare buone conclusioni nonostante la loro aggressività in post basso. I 6 uomini in doppia cifra ne sono la riprova”.

DINO BIGIONI SHOES MONTEGRANARO – RIMINI CRABS 98-78
DINO BIGIONI SHOES: Micevic 13, Alessandri 13, Ciribeni 17, Gatti 17, Coviello 17, Ortenzi, Di Diomede, Cesana, Andreani 7, Ravazzani 14. All.: Steffè.
CRABS: Perin 17, Tassinari 11, Chiera 7, Meluzzi 3, Cercolani 6, Perez 4, Aglio 11, Egbutu, Crotta 16, Hadzic 3. All.: Mladenov.
ARBITRI: Antonio Massafra e Giulio Giovannetti di Firenze.
PARZIALI: 29-11, 23-25, 23-16, 23-26.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2015 alle 23:48 sul giornale del 09 febbraio 2015 - 1030 letture

In questo articolo si parla di sport, poderosa montegranaro, rimini crabs

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ae8b





logoEV
logoEV