Porto S.Giorgio: manomette la scatola nera per non fare pause. Ritirata la patente a un camionista

Controlli polizia stradale 1' di lettura 27/10/2014 - Un camionista con cittadinanza portoghese, ma originario del Mozambico, deve trasportare merce facilmente deperibile e così altera le funzioni del cronotachigrafo, mostrando di essere in 'pausa conducente'.

Il camionista in viaggio dalla Spagna è stato fermato sabato pomeriggio nei pressi del casello autostradale di Porto San Giorgio dalla sezione stradale della Polizia di Porto San Giorgio. L'autoarticolato frigo spagnolo trasportava della carne e al momento dei controlli gli agenti potevano vedere che le registrazioni tachigrafiche della scatola nera del tir indicavano che il conducente era in pausa, mentre invece stava viaggiando.

Questa ed altre anomalie nelle registrazioni del cronotachigrafo hanno spinto gli agenti della stradale a controllare l'apparecchio riscontrando che gli era stata apposta una semplice calamita, capace di inibire la trasmissione dati all'apparecchio di registrazione.

È apparso subito evidente che il conducente, data la lunga distanza da percorrere e la merce così facilmente deperibile abbia manomesso il cronotachigrafo per poter guidare tutto il tempo utile, violando i periodi di riposo imposti dai regolamenti Ue.

Sono scattate sanzioni salate sia al conducente che al datore di lavoro e per il primo anche il ritiro della patente, nonchè una denuncia penale per la violazione delle norme a tutela degli infortuni sul lavoro.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 27-10-2014 alle 21:42 sul giornale del 28 ottobre 2014 - 1012 letture

In questo articolo si parla di cronaca, porto san giorgio, spagna, camionista, articolo, Arianna Baccani e piace a arianna04

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aaFy