Scuola e territorio. L’intervento dell’assessore Zechini

scuola 2' di lettura 29/07/2014 - La scuola, si sa, è uno spazio fisico e mentale che va a definire fortemente i luoghi di vita di adulti e ragazzi. Quando un luogo “perde” uno spazio scolastico vive un disagio IDENTITARIO che colpisce tutta la comunità cittadina.

Una situazione che, attualmente, riguarda la scuola dell’infanzia di Torre di Palme. L’intervento del Comune, nell’organizzazione del servizio, è stato tempestivo e strategico innanzi tutto nel settore dei trasporti prevedendo una variante di linea Marina Palmense – Torre di Palme oltre alla già esistente Marina Palmense – Salvano al fine di agevolare le famiglie al raggiungimento del plesso scolastico di Torre di Palme. Ma la funzionalità del trasporto, seppure garanzia di facilitazione, rimane una risposta parziale di un bisogno di definizione educativa del territorio.

Proprio in tal senso, l’Amministrazione Comunale intende concepire per il territorio Palmense un progetto scolastico tale, da assurgere a caratteristiche di SCUOLA POLO di educazione curriculare ed AMBIENTALE, visto la posizione geografica naturalisticamente privilegiata di Torre di Palme. È intento infatti di questa Amministrazione la specifica valorizzazione dei servizi educativi periferici della nostra città come espressione di attenzione alle risorse dei luoghi (ambiente boschivo e marino), dell’appartenenza culturale e sociale, della funzionalità. È questo il terreno peculiare di confronto con l’istituzione scolastica e con la cittadinanza di Torre di Palme. La Dirigente Corallini è al corrente di tale proposta perché, seppure pochi, di incontri ce ne sono stati.

Ma chiaramente, come si evince dalla situazione in corso, sarebbe stato meglio “leggere” la dinamica del calo demografico in tempi pregressi e prevedere possibili soluzioni. Sarebbe stato meglio, in tal senso, aprire un confronto aperto e chiaro anche per ipotesi alternative e risolutive del problema, alle quali a tutt’oggi l’Amministrazione è disponibile. Dunque, è necessario a questo punto far convergere le energie delle componenti indispensabili per un sistema formativo integrato: famiglie ed istituzioni, scolastica e comunale.

Quindi un percorso d’insieme, tale da concedere più spazio all’investimento di risorse con la chiarezza e l’operosità che esso richiede. Progettare un’evoluzione dei servizi educativi, in linea con le attuali esigenze formative significa predisporre la partecipazione dei ragazzi all’educazione naturalistica e contemporaneamente all’inclusione sociale, al rapporto con i pari e ai laboratori del fare (al superamento delle classi sovraffollate e scuole cementificate). È l’obiettivo di sfida che la scuola di Torre di Palme può percorrere insieme ai partners istituzionali e all’associazionismo. Finalità che travalica la rabbia e l’impotenza e che va a definire veramente un nuovo volto della comunità cittadina.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2014 alle 18:29 sul giornale del 30 luglio 2014 - 1001 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/7UD





logoEV
logoEV
logoEV