x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

A settembre partono i lavori del nuovo Montessori

2' di lettura
928
da Comune di Fermo
www.fermo.net

Sarà l’impresa edile Desideri di Ascoli Piceno ad effettuare i lavori, a partire dai primi di settembre, per la realizzazione del nuovo Centro Servizi Territoriali San Claudio a Campiglione di Fermo. A seguito della procedura aperta che si è conclusa il 21 luglio, l’offerta della ditta Desideri è risultata essere quella economicamente più vantaggiosa, con un importo di euro 1.285.810,15.

Il nuovo Centro Servizi Territoriali San Claudio – Campiglione sarà destinato alle attività del centro riabilitazione “Maria Montessori”, centro ambulatoriale di riabilitazione e presidio di riabilitazione a ciclo diurno. Il progetto, nato con la riconversione della destinazione generale del costruendo Centro Servizi, prevede la realizzazione di due strutture collegate fra loro. Gli spazi saranno destinati a 16 ambulatori, al centro diurno e riabilitativo, alla palestra ed una parte ai servizi. Già realizzato un ampio parcheggio, di 250 posti auto.

Nel 2011, su valutazione del Sindaco, l’Amministrazione ha ritenuto opportuno utilizzare risorse pubbliche dei fondi statali Prusst, operando una conversione ai fini di un’utilizzazione socialmente più ampia e significativa. Una scelta importante alla quale hanno aderito i Sindaci del territorio. Il centro servizi avrà una grande valenza rispetto alla semplice realizzazione di un auditorium, esigenza diventata negli anni anacronistica e non più adeguata ai bisogni dell’intera comunità. Il Centro Montessori, che costituirà un polo di eccellenza dal punto di vista logistico e per la sua posizione strategica, accoglierà minori che vivono situazioni di disabilità, utenza fragile che necessita della massima assistenza e attenzione.

“Il progetto di San Claudio – precisa l’assessore ai Lavori Pubblici Luigi Montanini - sarà inoltre un ulteriore cantiere, che si aggiunge agli altri già avviati. Con la carenza di risorse degli enti locali, questa Amministrazione mette e metterà in campo cantieri importanti, alcuni dei quali finanziati con fondi statali e regionali. Lavori che, pur con le difficoltà legate al Patto di Stabilità, consentono di dare respiro al settore edile in questo particolare momento di crisi, aiutando le aziende e le famiglie”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2014 alle 23:20 sul giornale del 25 luglio 2014 - 928 letture