Ritrovato Pietro Sarchiè, il suo corpo avvolto in un sacco nel maceratese

Pietro Sarchiè scomparso 1' di lettura 05/07/2014 - Purtroppo le indagini sul caso del commerciante di pesce, scomparso da casa il 18 giugno hanno avuto un esito sconcertante. Sabato 5 giugno intorno alle 18 i carabinieri del Reparto operativo di Macerata hanno rinvenuto il suo cadavere seppellito, a diversi metri da terra, e pare semi carbonizzato in una zona, la Valle dei Grilli, nella campagna tra Castelraimondo e San Severino Marche.

Dai primi accertamenti la morte del 62enne, originario di Porto San Giorgio, non lascerebbe dubbi per la modalità e le circostanze del ritrovamento.

Pietro Sarchiè è stato ucciso, da capire gli autori del terribile gesto, il movente e tutto quello che ha portato un uomo " tranquillo, dedito a lavoro, diligente e pignolo", così come lo hanno definito i suoi familiari durante tutti questi giorni di ricerche incessanti, ad essere ucciso in una maniera così brutale.

Forse vittima di una rapina o di chissà che altro, il furgone con il quale si era mosso da San Benedetto non ha lasciato tracce alcune finora e neppure sul luogo del ritrovamento.

Sul posto il comandante del Reparto operativo il colonnello Leonardo Bertini, e il pm di turno Claudio Rastrelli.






Questo è un articolo pubblicato il 05-07-2014 alle 21:17 sul giornale del 07 luglio 2014 - 958 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Alessia Rossi, cronaca san benedetto del tronto, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/6RB





logoEV
logoEV
logoEV