Bambini e adolescenti a Fermo. Un convegno per ripensare la città

3' di lettura 10/06/2014 - Come ripensare la città per favorire la crescita e la partecipazione. È questo l’importante obiettivo del convegno organizzato dal Comune di Fermo e dall’Ambito sociale XIX, con il supporto di numerose associazioni e delle Dirigenze Scolastiche della Città di Fermo.

L’evento, in programma alla Sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori per venerdì 13 giugno, avrà come momento collaterale un pomeriggio dedicato ai bambini e agli adolescenti: in Piazza del Popolo giochi e animazione a cura della Ludoteca Riù e di alcune associazioni sportive presenti a Fermo. A partire dalle 15 e 30 amministratori pubblici e rappresentanti delle istituzioni cittadine, educatori, uomini di cultura ed esperti di settore, si confronteranno al fine di raccogliere idee e proposte per una nuova progettazione partecipata della città.

“Bambini e adolescenti a Fermo”, questo il titolo del convegno, rappresenterà un momento di iniziale approfondimento per iniziare a delineare il percorso che porterà Fermo a diventare una città più accogliente ed aperta alle necessità dei bambini ma anche degli adolescenti che oggi più di ieri vivono momenti di tensione e forti disagi esistenziali.

“Consapevole dell’importanza di riportare al centro dell’attenzione delle politiche delle città, i diritti dei bambini e degli adolescenti e, fra questi, il diritto all’esercizio della cittadinanza attiva, nella prospettiva di una rinnovata qualità della vita urbana, ambientale e sociale – spiega il Sindaco Nella Brambatti – la città di Fermo ha aderito al progetto nazionale “Città Amiche dei Bambini, delle Bambine e degli Adolescenti””.

In particolare saranno al centro del dibattito di venerdì i principi, le azioni, le strategie e le buone prassi che le pubbliche amministrazioni sono chiamate a praticare e potenziare, anche grazie alla capacità di ascolto e partecipazione da riservare a quel popolo di bambini e adolescenti, del cui punto di vista, la società ha sempre più bisogno. Tre i relatori del convegno che sarà moderato dalla dott.ssa Daniela Alessandrini, dirigente del Settore Servizi Sociali. In apertura, dopo il saluto delle autorità, interverrà Italo Tanoni, Garante dell’Infanzia della Regione Marche che affronterà il tema “Il progetto città amiche dei bambini e degli adolescenti”. A seguire Beatrice Carletti, delle politiche sociali della Regione Marche, relazionerà su “Le politiche e gli investimenti regionali sull’infanzia e l’adolescenza”. Sarà poi Silvana Zechini, Assessore ai Servizi Sociali del Comune, a intervenire sui modelli operativi relativi agli spazi, ai tempi e alle relazioni educative nelle città.

“Il convegno ha come specifica finalità prioritaria quella di riaffermare in città la cultura educativa in relazione ai bisogni dei bambini e degli adolescenti – sottolinea l’Assessore Zechini - In tal senso stiamo procedendo con un Protocollo d’Intesa con il Garante dell’Infanzia, Legambiente e Unicef sulle città amiche. In particolare il mio intervento verterà sull’attenzione per i loro spazi e tempi nelle relazioni educative. Nell’ambito di questa iniziativa ci saranno apporti di esperienze che stanno funzionando a Fermo e che costituiscono iniziative pilota: Psicologia Scolastica, Comunità Educante e Monte Pacini”.

Dalle 16.45 in programma la Tavola Rotonda con esperienze e proposte a confronto. La giornata di approfondimento è realizzata in collaborazione con Legambiente Marche – Onlus, Unicef, Ombudsman delle Marche, Save the Children, Ludoteca Riù, alcune associazioni sportive, con gli Assessorati allo Sport e alla Cultura del Comune di Fermo e soprattutto grazie alla partecipazione dei tre Dirigenti Scolastici della Città di Fermo, che saranno direttamente coinvolti, a partire dal prossimo anno scolastico, nella predisposizione delle elezioni dei rappresentanti dei ragazzi che andranno a formare la prima “Consulta giovanile” della nostra città.

La consulta potrà formulare proposte all’amministrazione comunale su argomenti e aspetti cittadini che interessano direttamente tutta la fascia giovanile e avrà il fine di sviluppare un nuovo protagonismo attivo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-06-2014 alle 20:16 sul giornale del 11 giugno 2014 - 1653 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/5z5





logoEV
logoEV