Controlli sulla filiera della pesca: sanzioni e sequestri

1' di lettura 04/06/2014 - I militari della Guardia Costiera di San Benedetto, Cupramarittima e Porto San Giorgio, sono stati impegnati in un'operazione di controllo e vigilanza coordinata dalla Direzione Marittima delle Marche per combattere la pesca in prossimità della costa, la commercializzazione del novellame e tutelare il consumatore finale con particolare attenzione ai prodotti ittici preparati presso i ristoranli etnico e asiatici.

Dal controllo sono state rilevate situazioni di violazione alle norme vigenti che hanno portato a tre denunce per detenzione e commercializzazione di prodotti iftici sotto la taglia minima consentita (novellame) sanzioni amministrative per 18.500 euro per violazioni inerenti la rintracciabilità dei prodotti ittici, la pesca in zone vietate e l'omessa dichiarazione e registrazione dei prodotti.

Inoltre sono stati sequestrati oltre 70 kg di pesce, diversi attrezzi da pesca tra i quali 2 reti da posta per un totale di circa 300 metri e numerose trappole tra cestelli e bertovelli.






Questo è un articolo pubblicato il 04-06-2014 alle 21:47 sul giornale del 05 giugno 2014 - 1058 letture

In questo articolo si parla di Alessia Rossi, Guardia Costiera San Benedetto del Tronto





logoEV
logoEV