S.Elpidio: divieto di bruciare sterpaglie o rami nei campi

fiamme 2' di lettura 18/02/2014 - A seguito di una normativa introdotta dal Parlamento Europeo è diventato reato penale bruciare sterpaglie o rami in ogni stagione dell’anno. Il decreto di riferimento stabilisce, inoltre, che paglia, sfalci e potature, nonché altro materiale agricolo forestale naturale non pericoloso, se non utilizzati in agricoltura, nella selvicoltura o per la produzione di energia, mediante processi o metodi che non danneggiano l’ambiente o mettono in pericolo la salute umana, devono essere considerati rifiuti e come tali devono essere trattati.

“Raccomandiamo alla cittadinanza di rispettare alla lettera la normativa che vieta di bruciare nei campi potature e loro residui – osserva in merito l’Assessore all’Ambiente Marcello Diomedi – visto che si potrebbero avere delle conseguenze molto pesanti. Bruciare i residui di potatura sul campo si configura come illecito smaltimento di rifiuti e tale reato è punito con la pena dell'arresto da tre mesi a un anno o con l'ammenda da duemilaseicento euro a ventiseimila euro se si tratta di rifiuti non pericolosi. Tali rifiuti vanno necessariamente smaltiti o presso gli ecocentri nella quantità massima di cento chili a settimana oppure incaricando ditte specializzate”.

“L’abitudine di bruciare sui campi o lungo le scarpate potature o residui di potature, molto diffusa soprattutto nelle zone più periferiche, deve scomparire – aggiunge il Sindaco Alessio Terrenzi – visto che la normativa in merito è molto chiara. Faccio appello alla cittadinanza tutta onde evitare sanzioni, anche penali e piuttosto pesanti”.

Gli ecocentri del territori sono aperti con i seguenti orari:
Via Galilea – lunedì, mercoledì e venerdì ore 10.00/13.00 – martedì ore 15.00/19.00 – sabato ore 9.00/13.00.
Brancadoro – lunedì e venerdì ore 15.00/19.00 – martedì e giovedì ore 10.00/13.00 – sabato ore 9.00/13.00.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-02-2014 alle 18:52 sul giornale del 19 febbraio 2014 - 2301 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sant'Elpidio a Mare, Comune di Sant'Elpidio a Mare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/YHD