S.Elpidio: Guardie Zoofile, il sindaco vuole ridurre le sanzioni

2' di lettura 23/01/2014 - Differenziare le sanzioni per tipologia di infrazione ma tolleranza zero per chi non rispetta le regole e minaccia, in questo modo, la convivenza civile ed il rispetto dell’ambiente circostante.

Alla luce dei dati relativi al primo periodo di attività delle Guardie Zoofile della Lida, convenzionate con il Comune dal mese di ottobre, l’Amministrazione Comunale ha manifestato la volontà di rivedere le sanzioni differenziandole in base alla gravità dei comportamenti tenuti da coloro che vengono trovati non in regola.

“Nel momento in cui abbiamo sottoscritto la convenzione abbiamo chiesto, alle guardie zoofile, di concentrare la propria attività su deiezioni canine e sull’abbandono dei rifiuti – osserva in merito il Sindaco Alessio Terrenzi – e sono quelli i casi per i quali abbiamo chiesto tolleranza zero. Visto, poi, che le guardie zoofile sono autorizzate a svolgere i controlli e ad applicare sanzioni in quanto Pubblici Ufficiali riconosciuti come tali dalla Prefettura, a prescindere dall’accordo fatto con il Comune, se vanno a controllare il microchip, le catene o le dimensioni degli spazi destinati agli animali sono nel pieno delle loro facoltà a prescindere da quanto indicato da noi.

In un periodo di difficoltà per le famiglie, però, ci siamo resi conto che non si può prevedere una sanzione unica, piuttosto pesante per le casse familiari, di 160.00 euro in modo indifferenziato per ogni tipologia di infrazione. Per questo ho chiesto al Maggiore Tofoni, che è il responsabile del servizio, di modulare le sanzioni in modo tale da differenziarle, in base alla gravità dell’infrazione commessa. Penso, ad esempio, alla possibilità di abbassare la sanzione per alcune infrazioni riguardanti gli animali, come ad esempio le deiezioni canine, mentre ritengo che non si possa avere alcuna tolleranza per chi getta i rifiuti lungo le strade: in questi casi, se possibile, le sanzioni le alzerei ancora di più per combattere l’inciviltà di chi tiene comportamenti di questo tipo”.

Dal momento della stipula della convenzione (nel mese di ottobre) al 31 dicembre 2013 le Guardie Zoofile hanno svolto un’attività di sensibilizzazione, in una prima fase, per passare poi ad una successiva fase sanzionatoria in tutti i casi in cui si è rilevato il non rispetto della legge. Ventitré sono stati i servizi svolti nel territorio con l’emissione di 17 sanzioni per irregolarità di diverso tipo per un ammontare, complessivo, di 1.896,00 euro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-01-2014 alle 17:22 sul giornale del 24 gennaio 2014 - 1135 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sant'Elpidio a Mare, Comune di Sant'Elpidio a Mare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Xs2





logoEV
logoEV
logoEV