Porto S.Elpidio: affetto da malattie contagiose sputa ed aggredisce un militare durante una rapina, arrestato

Arresto carabinieri 1' di lettura 23/01/2014 - Pregiudicato, affetto da malattie potenzialmente contagiose, tenta una rapina in una pizzeria di Porto Sant'Elpidio e genera panico tra i presenti ed i militari.

A.B.H., tunisino di 30 anni senza fissa dimora e già destinatario di un ordine di carcerazione, mercoledì sera ha sfondato la vetrina della pizzeria e, minacciando i titolari con i pezzi di vetro, ha tentato di farsi consegnare i soldi. Nel frattempo sul posto sono arrivati i militari che, nel tentativo di bloccare l'uomo, sono stati aggrediti con morsi agli arti.

Non contento il 30enne, dai successivi accertamenti risultato destinatario di un ordine di carcerazione per concorso in traffico illecito di stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali per alcuni episodi commessi a Senigallia tra il 2009 e il 2011 e per il quale deve scontare una pena di 5 anni, ha anche sputato ad uno dei militari intervenuti.

Pertanto una volta bloccato il malvivente, il Carabiniere che ha riportato ferite a mani e braccia, è stato accompagnato in ospedale per le analisi del caso. Infatti, sputandogli in faccia, il malvivente affetto da malattie potenzialmente contagiose potrebbe averlo contaminato. Accompagnata in ospedale anche una delle persone presenti, colpita al volto con un pugno dal tunisino nel tentativo di darsi alla fuga.

A.B.H., ora arrestato ed accompagnato nel carcere di Ascoli Piceno, deve rispondere dei reati di tentata rapina, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e porto abusivo di oggetti atti all’offesa.






Questo è un articolo pubblicato il 23-01-2014 alle 18:36 sul giornale del 24 gennaio 2014 - 1606 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, arresto, porto sant'Elpidio, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Xtx





logoEV
logoEV
logoEV