Porto S. Giorgio: violazione alla normativa doganale comunitaria, sequestrata una barca

Guardia di finanza 1' di lettura 20/12/2013 - La Guardia di Finanza di San Benedetto, in collaborazione con l’Ufficio delle Dogane di Civitanova Marche, ha sottoposto a sequestro penale un’imbarcazione da diporto a vela battente bandiera svizzera ormeggiata presso la Marina di Porto San Giorgio.

Dagli accertamenti, nel corso di un'attività più ampia, i militari hanno scoperto che l'imbarcazione di proprietà di uno svizzero stazionava nelle acque territoriali italiane in violazione alla normativa doganale comunitaria e nazionale. Infatti era ormeggiata a Porto San Giorgio da oltre due anni mentre la normativa consente alle persone residenti fuori dal territorio doganale comunitario di utilizzare, nelle acque comunitarie, le imbarcazione per diciotto mesi.

Pertanto l'imbarcazione è stata sequestrata e il proprietario segnalato per violazione alla normativa doganale. Inoltre il cittadino svizzero dovrà pagare una multa che, per questo tipo di violazione, è da due a dieci volte i diritti di confini violati.






Questo è un articolo pubblicato il 20-12-2013 alle 01:41 sul giornale del 20 dicembre 2013 - 1444 letture

In questo articolo si parla di cronaca, porto san giorgio, guardia di finanza, Sudani Alice Scarpini, dogane

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Wjn