x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
comunicato stampa

Basket: la prima al palaSavelli, Sutor sconfitta dai campioni d'Italia dell’Acea Roma 75-78

3' di lettura
969
da Sutor Premiata Montegranaro

sutor
Si apre con una sconfitta la stagione della Sutor, costretta ad arrendersi in casa ai vice campioni d’Italia dell’Acea Roma 75-78. Partita molto bella, grande agonismo e belle giocate che il pubblico del PalaSavelli ha apprezzato, così come ha apprezzato la prestazione della squadra di Recalcati.

È stata una bella Sutor, capace di tenere botta per tutta la partita e di accarezzare la vittoria contro una squadra molto fisica e talentuosa come Roma. L’avvio è di marca ospite, con i vice campioni d’Italia subito intraprendenti grazie a un superlativo Hosley. Roma prova la fuga, tocca gli 11 di vantaggio (26-37 al14’), ma la Sutor è brava a rispondere. Mayo prende in mano l’attacco e all’intervallo i gialloblu sono addirittura in vantaggio 45-44.

Le percentuali crollano nel terzo periodo, e la gara resta equilibrata: Sakic diventa la punta di diamante di una Sutor molto coraggiosa ma a volte imprecisa. L’equilibrio continua a regnare fino ai minuti finali: a 3’ dal termine Goss sale in cattedra e Roma tenta l’allungo decisivo, tentativo prontamente bloccato dalle bombe di Sakic e Skeen. A pochi secondi dalla fine, dopo aver ricucito di nuovo lo svantaggio, la squadra di Recalcati assapora addirittura l’impresa: Sakic firma il -2, la Sutor recupera il pallone, Mayo ha il tiro della vittoria, ma il ferro strozza l’urlo del PalaSavelli. Hosley dalla lunetta fissa il risultato: vince Roma 75-78. Ai gialloblù vanno comunque i meritati applausi di tutti i presenti.

I tabellini della partita: Sutor Montegranaro-Acea Virtus Roma 75-78 (20-27, 45-44, 57-59) Sutor Montegranaro: Cinciarini 14, Sakic 18, Mayo 21, Tessitore ne, Lauwers, Campani ne, Mazzola 4, Mitrovic 7, Detrick, Quaglia ne, Skeen 11. All. Recalcati

Acea Virtus Roma: Goss 17, Reali ne, Tonolli ne, Righetti 3, D’Ercole 6, Taylor 9, Eziukwu 4, Hosley 19, Baron 4, Ignerski 3, Moraschini 2, Mbakwe 11. All. Dalmonte

Questo il commento di Carlo Recalcati in sala stampa. “Abbiamo perso una gara che ci ha confermato quelle che devono essere le peculiarità per vincere questo tipo di partite. Accettiamo che il metro arbitrale, quando si affrontano squadre più fisiche, sia permissivo in certe situazioni. Non è su questo che dobbiamo recriminare, ma su quello che dipende da noi: tanti liberi sbagliati, quando invece siamo abituati a tirare con l’80-85 %, tante palle perse in situazioni in cui la difesa avversaria non ci pressava, tanti errori banali, dalle rimesse sbagliate ai tiri concessi da sotto il canestro.

Noi sappiamo soffrire, accettare i contatti duri, ma dobbiamo ripulire il nostro gioco da queste sbavature ed essere più cattivi. E questo varrà anche per il futuro quando avremo Collins”. L’allenatore della Sutor analizza poi alcune situazioni chiave della gara: “Nel primo tempo Mayo e Cinciarini sono stato protagonisti in attacco, nel secondo tempo la difesa di Roma ha cercato di limitarli ed è toccato a Sakic guidare il nostro attacco.

Noi non dobbiamo essere legati alle realizzazioni di uno o due giocatori, ma dobbiamo imparare a distribuire le responsabilità con continuità. Siamo rientrati in gara grazie al tiro da 3” continua Recalcati, “ma alcune volte abbiamo affrettato le conclusioni. Non mi riferisco all’ultima azione, la scelta di Mayo mi è sembrata giusta, era un tiro che ci stava, purtroppo non è entrato. Mi è piaciuta invece la nostra zona, siamo migliorati: non è la nostra difesa base ma può essere una buona alternativa soprattutto per togliere ritmo agli avversari”.



sutor

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-10-2013 alle 22:29 sul giornale del 15 ottobre 2013 - 969 letture