Cavalcata dell'Assunta: Campiglione trionfa nel Tiro al Canapo

2' di lettura 12/08/2013 - Campiglione conquista la ventottesima edizione del Tiro al canapo e scrive così per la prima volta il proprio nome nell'Albo d'oro della manifestazione. In una finale molto combattuta i giallo-neri hanno avuto la meglio su San Bartolomeo.

La gara tra i “forzuti” delle contrade fermane si è svolta ieri sera al piazzale del Girfalco, davanti a un pubblico numerosissimo. Otto le squadre che si sono sfidate per la conquista del trofeo (assenti Pila e Castello). A dirigere le sfide l’arbitro internazionale Edy Macor di Udine, assistito dai giudici di linea Bernardo Bacalini e Maurizio Centroni dell'ente rievocazioni storiche “I giorni di Azzolino” di Grottazzolina. Come da sorteggio le contrade sono stati divise in due gironi eliminatori, con gare disputate su due tirate (ognuna delle quali assegnava un punto): nel primo figuravano Fiorenza, Capodarco, Campolege e Molini Girola; nel secondo San Bartolomeo, Campiglione, San Martino e Torre di Palme.

Il primo raggruppamento è stato dominato da Capodarco e Fiorenza, entrambe con 5 punti, che hanno così avuto accesso alle semifinali. Per decidere la prima classificata è stato necessario lo spareggio, vinto dai giallo-fucsia. Nel secondo girone Campiglione ha chiuso a punteggio pieno, seguita da San Bartolomeo con 4 punti. Le semifinali si sono disputate al meglio delle tre tirate. Nella prima San Bartolomeo ha avuto la meglio su Campolege per 2-0, stesso risultato con il quale Campiglione ha superato Fiorenza. I bianco-viola (vincitori delle scorse tre edizioni del tiro alla fune) sono stati poi battuti nella finale per il terzo posto da Campolege, vittoriosa per 2-0. Si è invece decisa all'ultima tirata la finalissima, vinta da Campiglione per 2-1 su San Bartolomeo. Per i giallo-neri si tratta del primo storico successo al tiro alla fune, mentre San Bartolomeo vede sfumare la possibilità di scrivere per la dodicesima volta il proprio nome nell’Albo d’oro del tiro alla fune.

Con le loro 11 vittorie (10 consecutive dal 1993 al 2002 e nel 2007), i rossoneri rimangono comunque la Contrada più titolata. 5 i successi per Fiorenza (1992, 2008, 2010, 2011 e 2012) e Capodarco (1987, 1988, 1989, 1990 e 1991). 4 le vittorie di Pila, anche questi consecutivi (2003-2006), uno a testa per Castello (vincitrice della prima edizione del Tiro al Canapo nel 1986) e Campolege (2009). Cresce intanto l'attesa per la Tratta dei barberi, la cerimonia di abbinamento dei cavalli alle contrade per la Corsa al Palio di ferragosto. Appuntamento fissato alle 21,30 in piazza del Popolo. A seguire lo spettacolo dei tamburini e degli sbandieratori della Cavalcata dell'Assunta, “Lucifero e l'Inferno”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-08-2013 alle 21:41 sul giornale del 13 agosto 2013 - 1294 letture

In questo articolo si parla di attualità, Cavalcata dell'Assunta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QCS