Amandola: evade dai domiciliari, condannato a 6 mesi di lavori socialmente utili

1' di lettura 25/07/2013 - È la prima volta che viene applico nelle Marche il decreto cosiddetto "svuotacarceri" dello scorso 3 luglio.

Un ragazzo di Amandola di 21 anni, S. U. è stato arrestato lo scorso 18 luglio in fragranza di reato per spaccio ed in attesa del giudizio era agli arresti domiciliari. Il giorno successivo il ragazzo è evaso.

Giovedì mattina è stato processato per l'evasione. La sentenza ha sorpreso tutti perché è stato applicato il nuovodecreto svuotacarceri. I domiciliari sono stati revocati e S. U. è stato condannato a 6 mesi di lavori socialmente utili. Questo in attesa che si completi l'iter giudiziario per l'accusa di spaccio.

"Una condanna ai lavori socialmente utili - spiega l'avvocato Emiliano Carnevali difensore di S. U. - è certamente molto più utile al fine del recupero sociale di una persona che non il carcere".






Questo è un articolo pubblicato il 25-07-2013 alle 13:41 sul giornale del 26 luglio 2013 - 1787 letture

In questo articolo si parla di cronaca, michele pinto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/PTs