Ricorso al TAR del Comune di Fermo contro la delibera regionale sul riordino delle province

comune di fermo 1' di lettura 29/10/2012 - Lunedì si è tenuta in Comune, alla presenza del Sindaco Brambatti, la conferenza dei capogruppo convocata dal Presidente del Consiglio Comunale, Giovanni Lanciotti, per discutere della questione Provincia e delle ultime decisioni assunte dal consiglio regionale in merito al riordino.

I capigruppo, in modo unitario, hanno rinnovato la contrarietà all’iter procedurale che ha portato alla decisione di sopprimere la Provincia di Fermo ed hanno deciso di ricorrere al TAR stante l’assoluta illegittimità della delibera assunta dal consiglio regionale che ha derogato da quanto previsto dalla legge nazionale. “Abbiamo deciso, come Comune, di ricorrere al TAR” ha dichiarato Lanciotti “anche se il Governo, com’è facilmente ipotizzabile, non dovesse tener conto di quell’atto deliberato dal consiglio regionale delle Marche che ha votato, a maggioranza, il riordino a quattro invece che a tre province nel tentativo di salvare quella di Macerata.

Questa decisione” ha proseguito Lanciotti “è un monumento contro la regola e una dimostrazione di incapacità e deresponsabilizzazione della politica regionale che peserà, soprattutto per il futuro: chi potrà riconoscere d’ora in poi l’Assemblea delle Marche come un interlocutore istituzionale credibile? Ciò che è stato dilapidato” ha aggiunto Lanciotti “è un patrimonio di fiducia e affidabilità nelle istituzioni locali. Ecco perché questo vulnus inferto al territorio di Fermo deve essere cancellato alle radici, attestando l’illegittimità di quell’atto. Mi piace sottolineare” ha concluso il Presidente “la piena convergenza di tutte le forze politiche che, in modo convinto, hanno deciso di sostenere ed appoggiare il ricorso.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2012 alle 18:53 sul giornale del 30 ottobre 2012 - 1145 letture

In questo articolo si parla di politica, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/FuR





logoEV
logoEV