Educational Tour nel fermano

3' di lettura 13/10/2012 - Il Servizio Politiche Sociali della Provincia di Fermo, anche quest’anno, ha aderito all’iniziativa Educational Tour della Regione Marche - Servizio Marchigiani nel Mondo, che ha coinvolto anche le altre province marchigiane.

Si tratta di un viaggio per far conoscere ai figli e ai nipoti di marchigiani emigrati all’estero la terra d’origine dei loro familiari. Una delegazione di 17 ragazzi, in un’età compresa tra i 19 e i 28 anni, proveniente dall’Argentina, Australia, Belgio, Brasile, Canadà e Venezuela, dopo avere visitato Ancona, Pesaro e Macerata ha percorso per due giorni il territorio fermano, salutata calorosamente dal Presidente della Provincia Fabrizio Cesetti, dall’Assessore all’Emigrazione Giuseppe Buondonno e dai Sindaci dei Comuni che hanno visitato. Il gruppo è stato accompagnato dalla funzionaria della Provincia Adele Anna Amadio.
Prima tappa Montappone, alla mostra del “Cappellaio Pazzo”, che ha riscosso grande successo per la sua originalità, e ad una fabbrica di cappelli, dove i ragazzi hanno avuto modo di vedere le varie fasi di questa lavorazione.

Successivamente è stata raggiunta Monterubbiano, dove i ragazzi si sono anche esibiti sul palco del teatro storico, per recarsi poi a Moresco, dove hanno avuto modo di provare prodotti locali, in particolare in un agriturismo la cucina genuina condita con le erbe spontanee, una tradizione marchigiana da tempo rivalutata grazie anche agli studi dall’Associazione di Noris Rocchi “Chi mangia la foglia”.

Il pomeriggio li ha visti impegnati nella visita dell’azienda agricola Rossi di Moresco, dove hanno avuto modo di osservare la lavorazione delle carni e dei formaggi, per terminare con una merenda a base di prosciutto, ciauscolo e formaggi offerta dal proprietario. La serata si è poi conclusa a Porto Sant’Elpidio, accompagnati dal Consigliere provinciale Andrea Putzu.

Il secondo giorno è stato trascorso a Fermo, prima con il saluto di benvenuto del Sindaco Nella Brambatti e poi con una visita alla Biblioteca Comunale, accompagnati dalla direttrice Maria Chiara Leonori che ha mostrato loro volumi preziosi, tra cui la famosa lettera di Cristoforo Colombo ed i coloratissimi erbari del XV secolo. Dopo la visita della sala del Mappamondo, a cui è seguita quella della Pinacoteca e delle cisterne romane, la mattinata è terminata con uno scambio di opinioni all’Università dei Beni Culturali, accolti dal Prof. Francesco Pirani e da alcuni studenti.

Nel pomeriggio il Conservatorio “G. B. Pergolesi”, diretto dal prof. Massimo Mazzoni, con la collaborazione dei Prof. Simonetta Fraboni e Paolo Peretti, ha preparato appositamente un piccolo concerto eseguito dagli studenti del Conservatorio e terminato con l’Inno di Mameli intonato da tutti i ragazzi, molti dei quali parlano molto bene l’italiano.

Infine, dopo un tour nella città di Fermo e lo shopping nelle vie cittadine, i ragazzi, lasciandosi alle spalle la suggestiva visione di Torre di Palme, hanno raggiunto Ascoli Piceno, ultima tappa del loro viaggio, ricevendo come ricordo di queste giornate uno shopper con depliant informativi del Fermano da parte del Servizio Turismo dell’Amministrazione provinciale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-10-2012 alle 00:25 sul giornale del 13 ottobre 2012 - 819 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, provincia di fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/EUa





logoEV
logoEV