Porto S.Elpidio: Luciana Castellina in 'Le estati della mia infanzia' a Villa Baruchello

4' di lettura 25/09/2012 - Giovedì 27 settembre alle ore 21,15 nella splendida cornice di Villa Barucchello, si aprirà a Porto Sant’Elpidio la decima tappa della Rassegna “Non a Voce sola”. Le ospiti: Luciana Castellina e Stefania Cavagnoli..

Stefania Cavagnoli
Docente di linguistica all’università di Macerata e di Trento.
I suoi studi vertono su due grandi tematiche, quella della comunicazione specialistica e della relativa didattica, e quella dell’educazione plurilingue. Ha pubblicato numerosi saggi. Attualmente è membro del collegio dottorale PEFLIC, politica, educazione e formazione linguistico-culturale, Università di Macerata, del collegio dottorale Linguistica, Università di Pescara, del GAL, Gesellschaft für Angewandte Linguistik dal 1998 e della Società di linguistica italiana.
Luciana Castellina
Nata a Roma, giornalista ( direzione del settimanale Nuova Generazione, redazione Paese Sera, Il Manifesto, direzione con Rodotà del settimanale Pace e Guerra) ; deputata dal 76’ al 99’(Parlamento Italiano e Europeo) su liste comuniste; scrittrice ( La Scoperta del Mondo, 2011; Eurollywood, 2009; 50 anni d’Europa, 2007; Che c’è in America, 1974; Famiglia e società, 1973;) . E’ stata Presidente della Commissione Cultura del Parlamento Europeo; Presidente della agenzia per la promozione del cinema Italiano, Italiacinema; è presidente del quotidiano on line Cineuropa.org.

La decima tappa della rassegna con due ospiti d’eccezione. Luciana Castellina, parlamentare, scrittrice, giornalista ha attraversato tutto il novecento e parte del nuovo millennio. E’ una parte della nostra storia, ha fatto la storia italiana. La sua vita è costellata da scelte coraggiose. Ha fatto parte del Partito Comunista, è stata radiata insieme al gruppo che poi formerà il Manifesto. Si è opposta alla lettura ortodossa che si voleva dare, in quegli anni, della Primavera di Praga. Un percorso di vita esemplare e coerente. Una donna vocata alla passione politica, una donna che ha cooperato alle grandi trasformazioni dell’ultimo cinquantennio. Ha partecipato alla rivoluzione sessantottina, è stata membro attivo dei partiti, ha costituito insieme a Magri e la Rossanda il gruppo del Manifesto. Non si è mai adagiata in posizioni comode o di rendita ed ha concepito la politica come un servizio, una missione fatta per l’interesse generale. Donna, femminista e comunista. Ma, la notizia più curiosa è la sua infanzia passata a Villa Baruchello, nelle estati elpidiensi. Stefania Cavagnoli è docente di linguistica all’università di Macerata. E di lingua e linguaggi parlerà. La lingua è riflesso della realtà o la lingua è creatrice di realtà? Un interrogativo aperto, tanti sono i codici, tanti i sistemi di segni in cui siamo immersi, per imparare a leggerli, per imparare a decodificarli.

Così commenta l’appuntamento la direttrice artistica della rassegna Oriana Salvucci:
“Penso a Luciana Castellina come ad un pezzo della nostra storia, della storia italiana. Voleva essere un maschio e poi si è accorta che essere donna non significava essere di meno o di più, ma solo essere differente. Con la bellezza e la forza della differenza. Ha attraversato le grandi rivoluzioni del nostro tempo. Una testimonianza esemplare di coraggio e desiderio. Il coraggio di vivere un desiderio che sia il proprio. E’ questo che mi auguro per me e per ogni donna. Il coraggio di essere fedeli al nostro desiderio più profondo. Altra testimonianza di desiderio è Stefania Cavagnoli che riesce ad indagare nelle pieghe della lingua i rapporti di forza e di dominio che vi sono sottesi. Dietro una apparente neutralità, la lingua è lo specchio di una realtà complessa, spesso sessista, omofoba, maschil-maschilista.

La rassegna è promossa dalla Regione Marche, è patrocinata dalle province di Ancona, Macerata e Fermo e dai Comuni di Ancona, Senigallia, Sirolo, Pollenza, Macerata, Fermo, Porto Sant’Elpidio, Montecassiano, Grottammare, San Benedetto del Tronto. E’ patrocinata dall’Università di Macerata e dall’Accademia di Belle Arti di Macerata e dall’organizzazione internazionale Action Aid. E’ sponsorizzata da numerose aziende private come Donna Soft, Tacchificio Valdichienti Plast, Macero Maceratese, Master di Luisa Mirella Bruni, Fabi, Tele Adriatica Sette Gold, Grafiche Martyn Type, Banca Marche, Empix Multimedia, Loriblu, Cosmopolitan.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-09-2012 alle 19:34 sul giornale del 26 settembre 2012 - 4511 letture

In questo articolo si parla di attualità, non a voce sola

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/EdX





logoEV
logoEV
logoEV