Via Ada Natali: esiste un unico atto amministrativo della giunta

comune di fermo 2' di lettura 14/09/2012 - In merito all’intitolazione di una via, e alle difficoltà dei residenti per il disagio subito, l’Amministrazione Comunale informa che esiste un unico atto amministrativo, deliberato dalla giunta in data 29 giugno, con il quale si intitola a Ada Natali la strada che, immettendosi da via Zeppilli, attraversa il complesso residenziale realizzato dalla Ditta Santarelli Costruzioni spa nella zona est della medesima via Zeppilli.

La Natali è stata scelta in quanto figura rappresentativa, nelle Marche, del movimento di Liberazione dall’occupazione nazifascista e perché primo Sindaco donna d’Italia, eletta a Massa Fermana nel 1945 tra le file del PCI. Inizialmente l’Amministrazione Comunale aveva pensato di intitolare la via allo scomparso scrittore fermano Luigi Di Ruscio, una intenzione che, però, non ha potuto concretizzarsi dal momento che la documentazione richiesta per la conclusione della procedura non è pervenuta nella sua completezza agli uffici comunali. È comunque intenzione dell’Amministrazione mantener fede a quanto dichiarato intitolando, appena si presenterà l’occasione, una via allo scrittore Di Ruscio in virtù dei suoi riconosciuti meriti letterari.

Occorre precisare che l’Amministrazione ha potuto procedere all’assegnazione del nome alla via solo dopo aver preso in carico la stessa ma, proprio verificando l’impossibilità di procedere in tempi rapidi all’intitolazione a Di Ruscio, ha deciso, per non creare ulteriori disagi ai residenti, di muoversi diversamente: dapprima assegnando provvisoriamente interni dell’adiacente via Zeppilli per il rilascio delle residenze a coloro che abitano nel nuovo complesso; successivamente individuando una riconosciuta e meritevole personalità del territorio fermano nella figura di Ada Natali.

È in corso l’iter amministrativo per l’assegnazione dei numeri civici per cui, a breve, i residenti ed i proprietari degli immobili riceveranno una comunicazione per l’effettuazione della consegna. Si chiarisce inoltre che non corrisponde al vero che occorrano dieci anni per l’intitolazione di una via a una persona defunta. È possibile infatti derogare acquisendo una preventiva approvazione come previsto dalla normativa, cosa che richiede però tempi procedurali ritenuti non compatibili da questa Amministrazione con le esigenze dei residenti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-09-2012 alle 19:46 sul giornale del 15 settembre 2012 - 1415 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/DQX





logoEV
logoEV