Montegiorgio: sventato un maxi furto di rame. Fermato un rumeno

Carabinieri 1' di lettura 29/08/2012 - I carabinieri della Compagnia di Montegiorgio hanno sventato nella notte un ingente furto di rame ai danni di un deposito dell’Enel.

Verso le 3 del mattino una telefonata alla centrale operativa dei carabinieri segnala la presenza di una vettura sospetta nei pressi del deposito Enel di via Morandi, in zona piane di Monteverde. Una gazzella interviene subito sul posto, giusto in tempo per intercettare i malviventi, due uomini, che stanno salendo sull'auto dopo aver concluso il colpo.

I due si danno immediatamente alla fuga, dando vita a un movimentato inseguimento lungo la strada provinciale Faleriense e poi nella periferia di Grottazzolina, concludendosi in una via senza sbocco della zona industriale, che i ladri hanno imboccato pensando che sbucasse nelle campagne circostanti. Intrappolati, scendono dall'auto: uno dei due aggredisce i carabinieri, dando modo all'altro di fuggire a piedi.

L'uomo, un rumeno di 22 anni, è stato arrestato, e processato con rito direttissimo poche ore dopo: è stato condannato per i reati di rapina impropria, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali ad un anno e sei mesi con il beneficio della condizionale e quindi rimesso in libertà. Nella vettura fermata è stato ritrovato il bottino: due quintali di rotoli di rame, del valore di circa un milione e duecento mila euro. Sono tuttora in corso le operazioni di ricerca del secondo malvivente.






Questo è un articolo pubblicato il 29-08-2012 alle 18:04 sul giornale del 30 agosto 2012 - 665 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, montegiorgio, grottazzolina, furto di rame, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Dgw





logoEV
logoEV