Il Palio 2012 è arrivato in città, le Contrade si preparano a contenderselo

palio dell'assunta 2012 5' di lettura 12/08/2012 - La 31a edizione della Cavalcata dell'Assunta è entrata nel vivo: si è svolta venerdì sera la cerimonia di arrivo e presentazione del Palio 2012, il drappo opera dell'artista sangiorgese Alfredo Pirri che le dieci Contrade fermane si contenderanno nella Corsa del 15 agosto.

A consegnare il “cencio istoriato” è stata, come da tradizione, la delegazione del castello di Monterubbiano, ricevuta dalle Contrade Capodarco e Molini Girola in Largo Fogliani, presso l'antica porta San Marco, dove è stato ricostruito un vero e proprio borgo medioevale. Qui, dopo il momento conviviale offerto dai Priori Renzo Properzi e Paolo Gobbi al Consiglio di Cernita, il drappo è stato srotolato e mostrato per la prima volta alle magistrature e al popolo fermani.

Una danzatrice del ventre e un fachiro (personaggi che nel Medioevo giungevano in città durante le feste) hanno allietato il pubblico con uno spettacolo di alto impatto scenografico, in cui hanno fatto la loro comparsa anche serpenti di grandi dimensioni. il Palio è stato poi portato in solenne corteo (a cui si è aggiunta anche la delegazione del castello di Acquaviva) in Piazza Grande, dove è stato mostrato agli altri otto Priori di Contrada, ai Gonfalonieri, alle Dame delle famiglie nobili e a tutta la cittadinanza.

Ad attendere l'arrivo del drappo, seduta sull'imponente scranno riservato al Podestà, anche il sindaco di Fermo e presidente della Cavalcata dell'Assunta Nella Brambatti, vestita col magnifico abito appositamente creato per questa edizione della rievocazione storica dalle allieve dell'Ipsia Moda. E' toccato poi all'autore Alfredo Pirri descrivere caratteristiche e origine dell'opera: "l drappo presenta la Vergine Assunta in cielo con un volto soave e caritatevole. Una Madonna che ama la Città, rappresentata dalla effige del Duomo, e i cavalieri che le corrono intorno, particolare per il quale mi sono ispirato ad una leggenda western, "The riders in the sky".

I cavalieri sono nove, perché il decimo, il vincitore, si trova in primo piano mentre viene festeggiato dalla popolazione di uno degli scenari di campagna tanto cari all'artista sangiorgese. Dopo un'ulteriore esibizione di danza del ventre, il fachiro ha dato una suggestiva prova delle sue abilità di resistenza al fuoco e al vetro. Poi, mentre prendeva il via lo spettacolo degli Sbandieratori e Tamburini di Contrada Pila, che ha chiuso la serata, il Palio è stato portato nella Chiesa di San Domenico, dove sarà conservato fino al giorno della Corsa. Già da ieri sera moltissimi contradaioli si sono recati ad ammirarlo, toccarlo e accarezzarlo, nella speranza di poterlo alzare in cielo a Ferragosto.

Fondamentale sarà la Tratta dei Barberi, il sorteggio e abbinamento dei cavalli alle Contrade per la Corsa del 15 agosto, in programma lunedì sera.

Un'importante collaborazione tra le città di Fermo e Cerreto Guidi nel segno delle rievocazioni storiche, vero e proprio momento di crescita per le comunità locali. E' con questo spirito che si è svolta venerdì pomeriggio, presso il Gabinetto del Sindaco di Palazzo dei Priori, la cerimonia di consegna da parte della Cavalcata dell'Assunta alla delegazione del Comune in provincia di Firenze dei due “Cenci” realizzati dall'artista fermano Sandro Pazzi per il Palio del Cerro 2012, in programma nella città toscana sabato primo settembre.

I due drappi (uno destinato alla Contrada vincitrice e l'altro all'Arcipretura di San Leonardo in onore della Patrona Santa Liberata) sono stati mostrati in anteprima, dato che a Cerreto Guidi verranno presentati solo il giovedì precedente al Palio. A dirigere la cerimonia è stato Giuseppe Barolo, membro del consiglio direttivo della Federazione Italiana Giochi Storici e fautore dell'iniziativa.

Dal 2002, infatti, la rievocazione storica cerretese chiede ad un'altra delle manifestazioni iscritte alla F.I.G.S. di indicare uno dei propri Maestri Pittori per la realizzazione dei due Palii. La scelta della Cavalcata è caduta sul Maestro Sandro Pazzi, autore del Palio del 2006. E' stato lo stesso artista, alla presenza del presidente della Cavalcata dell'Assunta, il sindaco di Fermo Nella Brambatti, dei vice-presidenti Leonello Alessandrini e Remo Giacobbi e del presidente onorario Silvio Dionea (a cui si deve l'avvio dei rapporti tra le due rievocazioni), a svelare i due “Cenci”.

Elemento centrale delle due opere l'albero del cerro, al di là del quale si staglia la Villa Medicea, monumento-simbolo di Cerreto Guidi. Forti i richiami all'arte incisoria, tecnica che riveste un ruolo di primissimo piano nella carriera artistica di Pazzi. A ritirare i Palii sono stati il sindaco di Cerreto Guidi Carlo Tempesti e l'assessore al turismo Valentina Picchi, visibilmente soddisfatti per le opere realizzate, che hanno consegnato all’artista una targa: "Da cittadino cerretese – ha affermato il sindaco Tempesti – sono rimasto davvero impressionato. Pazzi è riuscito a cogliere le caratteristiche peculiari della nostra Cerreto".

Il primo cittadino toscano ha poi ricordato l'importanza delle contrade nella vita sociale della comunità locale, aspetto sottolineato con forza anche dal sindaco di Fermo e presidente della Cavalcata dell'Assunta Nella Brambatti: "Le contrade hanno una valenza sociale e aggregativa che va oltre il Palio, costituendo una presenza costante ed efficace sul territorio per tutto l'anno. Sono fondamentali per far avvicinare i giovani a questa realtà, attraverso la quale è possibile conoscere la storia della nostra città. Per questo stiamo avviando collaborazioni con le scuole affinché i ragazzi, attraverso la storia locale, possano apprendere con più facilità anche la storia nazionale, spesso vista come qualcosa di lontano da loro".

Infine, il primo cittadino ha rivolto un ringraziamento particolare al Maestro Sandro Pazzi (di cui sarà allestita una mostra personale a Cerreto Guidi durante il periodo del Palio del Cerro): "E' un grande artista – ha concluso il sindaco – anche se, per la sua straordinaria umiltà, cerca di non farlo percepire".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-08-2012 alle 14:42 sul giornale del 13 agosto 2012 - 812 letture

In questo articolo si parla di attualità, Cavalcata dell'Assunta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/CLQ





logoEV
logoEV