Porto S. Elpidio: la scuola cambia, aule più grandi e internet veloce

Scuola 3' di lettura 05/08/2012 - La riorganizzazione decisa dal Ministero dell’Istruzione del sistema scolastico nazionale ha accresciuto i compiti dei Comuni.

Tre i piani su cui le amministrazioni locali si sono dovute organizzare, in tempi rapidi, per garantire il rispetto delle norme e la sicurezza di alunni, insegnanti e personale Ata.

RIORGANIZZAZIONE “Da mesi – sottolinea il sindaco Mario Andrenacci - ci muoviamo su due piani di riorganizzazione. Una scolastica, con l’istituzione degli Isc che prevedono differenti gestioni a livello dirigenziale e di personale. L’altra, strutturale, dopo la decisione del Ministero di aumentare nel corso di questi anni, gli alunni in ogni classe”. Questo secondo aspetto è quello che maggiormente influenzerà l’attività scolastica. “Le scuole sono nate per ospitare un certo numero di studenti per classe. Se da 21 passi a 30 è chiaro che necessitano di una ristrutturazione.

E noi abbiamo investito una parte importante del bilancio per fornire il miglior servizio. Quello che però – ribadisce il sindaco – è inaccettabile e va fatto capire al Governo, è che aumentando gli alunni in ogni classe non si viene solo a creare una situazione di disagio per le aule spesso inadatte, ma si va a inficiare anche la didattica. Un conto, infatti, è insegnare a venti studenti, un conto a trenta. La scuola andrebbe migliorata e potenziata, non limitata con tagli continui”.

ADEGUAMENTO SCUOLE – “Abbiamo immediatamente pianificato i lavori necessari in modo da garantire – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Marco catini – la sicurezza degli alunni. L’aumento degli studenti per ogni classe deciso dal Ministero ci ha spinti ad adeguare alcune classi in modo da renderle più spaziose e confortevoli”. Alcune le scuole interessate. Alcuni esempi. All’interno della scuola elementare Pennesi è stato demolito un divisorio in laterizio ed è stato rifatto con una parete fonoassorbente in cartongesso.

“In questo modo abbiamo insonorizzato le classi e le abbiamo rese vivibili”. Alla scuola Cretarola l’intervento, sotto il controllo dell’ufficio tecnico, è stato mirato alla realizzazione di due aule grandi partendo dalle tre attuali piccole. “Anche in questo caso abbiamo dotato la struttura di pareti fonoassorbenti con l’intento di creare un ambiente quanto più accogliente e conciliante per gli alunni”. Attenzione anche a chi la scuola la dirige e non solo agli studenti. Due nuove postazioni per il personale, infatti, sono state realizzate all’interno della direzione didattica del secondo circolo.

INFORMATIZZAZIONE – Un lavoro a tutto tondo quello dell’amministrazione in questi mesi estivi di pausa dalla lezioni. Dai muri ai banchi, senza dimenticare le nuove tecnologie. Postazioni internet sono state realizzate nella sede del primo circolo didattico, ma soprattutto sono state create le condizioni per inserire nei plessi scolastici della città le lavagne Lim, lavagna interattiva multimediale.

“Diventeranno un punto fermo dell’attività didattica del futuro – conclude Andrenacci – per questo abbiamo voluto anticipare i tempi in modo da farci trovare pronti. Il cambio delle linee telefoniche e il cablaggio delle scuole per una migliore connessione alla rete vanno proprio in questa direzione”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-08-2012 alle 14:29 sul giornale del 06 agosto 2012 - 1172 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, mario andrenacci, porto sant'Elpidio, Comune di Porto Sant'Elpidio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Cwo





logoEV
logoEV