Cavalcata dell'Assunta: dopo l’investitura dei Priori, tornano le Hostarie in Piazza del Popolo

Cavalcata dell'Assunta 3' di lettura 05/08/2012 - Dopo la spettacolare cerimonia dell’investitura dei Priori e dei Gonfalonieri delle Contrade di venerdì sera, le manifestazioni della 31a edizione della Cavalcata dell’Assunta tornano in Piazza del Popolo con la prima serata delle Hostarie, in programma domenica.

I piatti tipici della tradizione fermana, preparati dalle cucine delle Contrade, allieteranno per quattro sere il pubblico, accompagnandolo nelle atmosfere dei banchetti del quindicesimo secolo, ricostruite per l’occasione. Oltre all’animazione medioevale, infatti, per quest’anno si annunciano importanti novità scenografiche, appositamente studiate dal Consiglio di Cernita e dal regista Gianni Nardoni per riprodurre le vere Hostarie dell’epoca, particolarmente frequentate dalla popolazione nei periodi di festa.

Tra i festeggiamenti che si tenevano a Fermo in onore dell’Assunta vi era anche la Fiera di Santa Maria, che attirava mercanti e acquirenti da tutta la Marca e oltre. Riportata da tempo al suo antico splendore, quest’anno la Fiera (in programma domenica a partire dalle 16) si sposterà da Piazza del Popolo, proprio per lasciare spazio alle Hostarie, e si svolgerà nelle zone di Viale Vittorio Veneto, Via XX Settembre e Piazzale Azzolino.

Con l’avvicinarsi del fatidico 15 agosto, dunque, si intensificano le manifestazione della 31a edizione della Cavalcata, che ha vissuto uno dei suoi momenti più importanti e significativi venerdì sera con l’investitura e il giuramento dei Priori delle Contrade. Come da antico protocollo, gli armigeri del Comune hanno portato la cassa in legno dal quale il Capitano d’Armi ha estratto i bossoli contenti i nomi dei dieci Priori, a cui in passato spettava il compito di governare la città.

Tra le grida di esultanza del popolo in festa, sono stati nominati per la prima volta Diego Zappalà (Campolege), Renzo Properzi (Molini Girola) e Matteo Carboni (San Bartolomeo), mentre sono stati confermati Marcella Simoni (Campolege), Paolo Gobbi (Capodarco), Renzo Luciani (Castello), Lorenzo Giacobbi (Fiorenza), Luigino Pistolesi (Pila), Sergio Budel (San Martino) e Massimo Tramannoni (Torre di Palme). Tutti hanno ricevuto cappa e medaglione, simboli della dignità priorale, dalle mani del vicario del Podestà, impersonato dall’assessore alla cultura Francesco Trasatti.

Dopo la nomina, i dieci Priori si sono riuniti al centro dello spazio scenico per il giuramento di fedeltà e devozione alla Città e alla sua Protettrice, letto da Lorenzo Giacobbi, Priore di Fiorenza (Contrada vincitrice della scorsa edizione del Palio), per ricevere poi la benedizione da Don Osvaldo Riccobelli. La suggestiva cerimonia è stata preceduta dall’investitura dei Gonfalonieri delle Contrade, figura molto importante nell’ordinamento comunale del tempo, a cui spettava il compito di mantenere sempre esposto fuori dalla propria abitazione il vessillo di Contrada e di richiamare i cittadini alle armi in caso di necessità.

A ricevere i dieci gonfaloni, consegnati dal vicario del Podestà, sono stati Lorenzo Ercoli (Fiorenza), Enrico Ribichini (Campiglione), Roberto Ciccalè (Torre di Palme), Massimo Temperini (Castello), Mattia Francia (San Martino), Alex Terriaca (Molini Girola), Beniamino Montanini (San Bartolomeo), Simone Censi (Pila), Juri Gasparroni (Campolege) e Maurizio Testatonda (Capodarco). La serata si è conclusa con lo spettacolo del giullare Piricchio, che ha divertito il numeroso pubblico presente con numeri di giocoleria e arte circense.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-08-2012 alle 14:34 sul giornale del 05 agosto 2012 - 801 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Cavalcata dell'Assunta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Cwp





logoEV
logoEV