S. Elpidio: illustrata in assemblea pubblica la variante al prg in zona Brancadoro

3' di lettura 29/07/2012 - In vista del prossimo passaggio in consiglio comunale, venerdì 3 agosto, per l’approvazione definitiva, l’amministrazione comunale ha illustrato l’intervento di riqualificazione urbana in località Brancadoro nel corso di un’assemblea pubblica svolta venerdì 27 luglio, a Casette d’Ete.

Presenti all’assemblea il vice sindaco Franco Lattanzi, gli assessori Marcello Diomedi, Gianluca Marcotulli e Stefano Ravagnani, i consiglieri comunali Diomedi e Amaolo. Franco Lattanzi, nell’introdurre la serata, ha colto l’occasione per ringraziare la collettività per la fiducia accordata al Sindaco Alessio Terrenzi e alla sua coalizione nel corso delle ultime amministrative. Ha poi ceduto la parola all’assessore all’urbanistica Marcello Diomedi che è sceso nei dettagli.

Diomedi ha fatto il punto della situazione. “La variante è stata adottata a metà aprile dalla precedente amministrazione – ha osservato – dopo di che è stato il momento delle osservazioni a si risponderà in consiglio comunale per poi arrivare all’approvazione definitiva. Da quel momento la pratica andrà in provincia e ci auguriamo che torni entro un periodo di tempo ragionevolmente rapido.

Noi abbiamo intenzione di procedere con la massima velocità concessa visto che si tratta di opere che il comune, per suo conto, non sarebbe mai in grado di realizzare: la somma necessaria per compiere l’intero investimento il comune non potrebbe mai averla a disposizione e, aspetto non secondario, se facesse il comune questo tipo di investimento ciò andrebbe ad incidere sul saldo utile per il rispetto del patto di stabilità”.

Concretamente la variante riguarda un’area sportiva di circa 53.000 metri quadrati che, al termine dell’operazione, diventerebbe pubblica, una zona turistico-ricettiva, una zona destinata ad area socio-assistenziale, una zona direzionale, una zona residenziale. Sarà poi realizzata una nuova viabilità che prevede anche la realizzazione di una rotonda da parte del comune e della provincia.

“In questa fase – ha aggiunto Diomedi in risposta a chi chiedeva dettagli circa ciò che verrà realizzato nelle varie aree – non è possibile scendere nei dettagli delle destinazioni. Questo avverrà in un secondo momento. Ora ciò che interessa è l’approvazione della variante con l’indicazione generale della destinazione delle diverse zone”.

In merito alla zona sportiva, quella che interessa più da vicino il comune visto che diventerà di proprietà pubblica, è prevista la realizzazione di un nuovo stadio e di altre strutture sportive. Tra le varie ipotesi ricade anche la possibilità di realizzare campi da tennis o un palazzetto dello sport. “In merito agli impianti sportivi, però – ha precisato Diomedi – è necessario anche ragionare sui costi di gestione, in modo da avere la certezza che saranno mantenuti nel tempo in piene efficienza”.

In merito alla tempistica Diomedi ha azzardato un’ottimistica scadenza: “I lavori di Della Valle non sono mai andati troppo per le lunghe – ha osservato – ed è pensabile che, dopo che la provincia avrà dato il suo benestare – si possa avere l’ultimazione dei lavori per la fine del 2014 anche se so che si tratta di una visione un po’ ottimista della situazione”. Il sindaco Alessio Terrenzi sottolinea l’importanza del confronto con la cittadinanza.

“Il nostro modo di pensare la politica prevede un confronto serrato e costruttivo con la città, basato sul reciproco ascolto – osserva – e ritengo che in merito alla questione della variante in zona Brancadoro sia stato sbagliato il metodo, in passato. Nessuno ha mai messo in dubbio la valenza di un’operazione di questo tipo ma il metodo, secondo il nostro punto di vista, non è stato quello giusto. Io avrei ritenuto opportuno un confronto con i cittadini prima di arrivare all’adozione in consiglio comunale, ad aprile.

E’ così che intendiamo continuare ad operare: confrontandoci in modo ampio sulle questioni più importanti della vita cittadina anche se, è evidente, poi l’amministrazione comunale avrà la responsabilità di fare le scelte”. Venerdì prossimo, alle ore 18.00, nell’ambito del consiglio comunale, la variante andrà in approvazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2012 alle 15:14 sul giornale del 30 luglio 2012 - 634 letture

In questo articolo si parla di attualità, variante al prg, Sant'Elpidio a Mare, Comune di Sant'Elpidio a Mare, casette d'ete, Brancadoro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/CdI