Attività formative per i lavoratori, la Provincia investe 4,4 milioni di euro

Provincia di Fermo 3' di lettura 18/07/2012 - Con deliberazione di Giunta n. 170 del 10 luglio 2012, è stato approvato l’Avviso Pubblico per la presentazione e gestione di progetti relativi ad “Attività Formative” rivolte a coloro che beneficiano degli ammortizzatori sociali in deroga.

L’importo complessivo di tale intervento ammonta a circa 4.400.000 euro, finanziato con il POR-FSE Marche Ob. 2 FSE 2007-2013 - Asse I Adattabilità, coinvolgerà quasi 5.000 lavoratori dipendenti delle aziende artigiane del territorio provinciale ed è ripartito in sette corsi di formazione ed aggiornamento professionale (13 Progetti Quadro in totale, ciascuno composto da 340 lavoratori e pari ad un costo di circa 336.000 euro) che prenderanno il via subito dopo l’estate e che risultano ricadenti in sei aree di competenza territoriale: cinque all’interno del territorio provinciale e una extraprovinciale, comprendente altri Comuni di residenza dei lavoratori destinatari delle attività.

“L’Avviso è finalizzato a selezionare fino ad un massimo di sette Enti Gestori accreditati presso la Regione - rimarca l’Assessore Renato Vallesi - ivi compresi quelli del territorio fermano, per i quali sono auspicabili forme di collaborazione o associazionismo per attuare interventi formativi rivolti a coloro che beneficiano degli ammortizzatori sociali in deroga”.

“Per ciascun lavoratore dipendente - sottolinea il Presidente Fabrizio Cesetti - la partecipazione a tali azioni di politica attiva costituisce la condizione obbligatoria per beneficiare del trattamento economico di cassa integrazione straordinaria. La Provincia di Fermo, tenuto conto delle diverse modalità attuative delle attività di formazione previste, ha scelto questo strumento in grado di sostenere politiche di ristrutturazione e riorganizzazione aziendale, gestire i cambiamenti in impresa, favorire il mantenimento dei livelli occupazionali e creare reti per l’erogazione dei servizi”.

La domanda, con la richiesta di finanziamento, dovrà essere predisposta obbligatoriamente in via informatica (SIFORM), stampata in tutte le sue parti, sottoscritta ed inviata, esclusivamente a mezzo raccomandata AR, alla Provincia di Fermo, entro il 20 settembre 2012. I Progetti pervenuti saranno quindi esaminati e valutati da apposita Commissione, che predisporrà la relativa graduatoria, in base alla quale saranno poi affidati i sette interventi formativi.

Il Presidente della V Commissione consiliare della Provincia di Fermo, Renzo Franchellucci, commenta così: "L'investimento di 4.400.000 euro che la Provincia di Fermo ha scelto di fare per garantire lo svolgimento delle attività formative obbligatorie rivolte ai lavoratori che hanno beneficiato degli ammortizzatori sociali in deroga, deve essere visto come una grande opportunità per accrescere le competenze professionali dei lavoratori, affinché questo possa tradursi in un impulso per innalzamento della qualità e quindi della competitività dell'intero territorio provinciale.

La tenuta occupazionale è più forte quando le competenze possedute dai singoli lavoratori è maggiore. Quindi, nonostante sia prioritaria la necessità di dover rispondere, nei modi e nei tempi, alla Comunità Europea per dare evidenza dell'avvenuto svolgimento delle attività, dobbiamo evitare che questo importante investimento sia gestito facendo prevalere un'ottica di rendicontazione.

Nella riunione della V Commissione che si è svolta alla fine di giugno, abbiamo condiviso come sia necessario non privilegiare interventi generalisti (a volte considerati ingiustamente inutili) e proposto di predisporre la possibilità, per i lavoratori con un pacchetto superiore a 64 ore di formazione obbligatoria, di orientare l'azione formativa verso le specificità della propria attività professionalità, al fine di accrescerla, potendo svolgere le lezioni anche nella propria sede lavorativa affidandola a formatori competenti per ogni precisa finalità, i quali verranno pagati dagli aggiudicatari del bando che, in questo caso, svolgeranno solo attività istruttoria, di controllo e di rendicontazione.

Ci auguriamo che i lavoratori e le imprese sappiano cogliere questa grande opportunità".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-07-2012 alle 16:48 sul giornale del 19 luglio 2012 - 809 letture

In questo articolo si parla di lavoro, fermo, provincia di fermo, formazione professionale, renzo franchellucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/BMk





logoEV
logoEV