L’Assessore Marchetti interviene sulla vicenda del mercatino tricolore

enogastronomia 1' di lettura 26/05/2012 - Di seguito la dichiarazione dell'assessore Marchetti in merito al mercatino tricolore.

“È davvero strano che chi ha pagato metà della quota per partecipare ad una manifestazione di tre giorni sulla gastronomia e le tipicità d’Italia, rinunci improvvisamente a venire a Lido di Fermo per questa iniziativa. Proprio in concomitanza con le prime belle giornate di sole pieno che preannunciano l’estate e portano tante persone verso la costa, registriamo una defezione massiccia davvero difficile da comprendere. Avrei potuto capire una, due rinunce, ma qui, rispetto alla quindicina di stand previsti, ne mancano all’appello almeno dieci.

Ho fondato motivo per pensare che qualcuno si sia ingegnato per metterci i bastoni fra le ruote. Non so se si possa parlare di sabotaggio, però il responsabile dell’organizzazione di questo evento, che vanta il Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, mi ha informato di contatti che sarebbero partiti da Fermo per dissuadere alcuni espositori dal venire a Lido di Fermo asserendo che il luogo era inadeguato e che non avrebbero venduto.

Si dovrà appurare se si sia trattato solo di un consiglio disinteressato o di una esortazione malevola. Trovo questa cosa davvero grave per una iniziativa che il Comune ha patrocinato senza sostenere alcun costo. Come Amministrazione siamo abituati ad assumerci le nostre responsabilità, ma ciò che più sconcerta è costatare come si sia instaurato un clima pregiudizialmente ostile che, pur di delegittimare l’Amministrazione Comunale, consegue spesso il risultato di fare un danno alla città.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2012 alle 13:28 sul giornale del 28 maggio 2012 - 789 letture

In questo articolo si parla di enogastronomia, politica, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zAZ





logoEV
logoEV