Sant'Elpidio: ballottaggio, Terrenzi replica a Zallocco

alessio terrenzi 3' di lettura 16/05/2012 - "Il tempo per ufficializzare apparentamenti è scaduto e solo uno ne risulta ma non va ricercato all’interno della mia coalizione".

Alessio Terrenzi torna a battere il chiodo sulla questione degli accordi in vista del ballottaggio.

“Terrenzi è sostenuto da Partecipazione Democratica, Italia dei Valori, Democratici e Popolari. Stop. Coloro che si spacciano per bene informati che raccontano di contatti volti a creare alleanze con altri sono male informati. Non nego di aver sentito qualche altro candidato ma è stato solo per chiarire la mia posizione che oramai è chiara. Accordi non ce ne sono stati ne’ ufficiali ne’ ufficiosi.

Questo non vuol dire che non si vada a caccia di voti ma il discorso è diverso: c’è una fetta di elettorato che non ha votato ne’ per me ne’ per il mio avversario e che va convinta ad indirizzare il proprio voto. Oltre che a chi mi ha sostenuto è a questi ultimi che mi rivolgo ma non sulla base di accordi che prevedono spartizioni di poltrone piuttosto sulla base di un progetto e di idee. Il mio avversario può pensare di trarre vantaggio dall’ipotizzare accordi che riguardano il mio gruppo ma si tratta di parole, niente di più.

Capisco che quando si è poveri di argomenti possa far gioco utilizzare tecniche subdole per mettere in testa alla gente cose non vere ma toro a ribadire che reputo gli elpidiensi più intelligenti di quanto pensi il mio avversario, che continua a fare ipotesi che sono del tutto prive di fondamento. Campagne elettorali basate sulla necessità di denigrare, in ogni modo, l’avversario, non hanno mai pagato… E non pagheranno nemmeno stavolta!

Un avversario, Paride Zallocco, che ora ci tiene a precisare che è lui il vero rinnovamento: prima si presenta come continuità portando con se ad ogni assemblea, nei mercati e nelle case Renzo Offidani, Fabiano Alessandriin, Raffaele Sabbioni, Alessandro Mezzanotte e Fabrizio Cesetti tanto per citare qualche nome. Poi, visto che il suo modo di presentarsi come continuità al primo turno non ha pagato, aggiusta il tiro e dice che lui è il rinnovamento perché avrebbe in consiglio consiglieri giovani e al massimo alla seconda esperienza consiliare: deve aver capito che, visto che la continuità non piace, forse era meglio ripensarci.

Però che fa? Continua a fare campagna elettorale scomodando coloro che ha chiamato, parole sue, il passato remoto del partito: torna ad andare in giro con Offidani, Alessandrini, Cesetti e mette in moto anche Pat Marinelli per il “casa casa”.

E’ questo il rinnovamento che propone? Si decida.

Tra l’altro, nell’andare nelle case dei cittadini con Renzo Offidani, so che a chi lamenta bollette della Tarsu troppo elevate, vanno dicendo di non pagare ora perché poi ad ottobre arriveranno bollette più leggere: non è così! Dicono pure il falso!

Piuttosto che paventare accordi sotterranei, volti solo a distrarre gli elpidiensi dal nostro messaggio di netta discontinuità con un vecchio modo di fare politica dettato solo da logiche di partito e da interessi personali, faccia chiarezza con se stesso. O è continuità o non lo è. Ma non sarà tardi arrivare ad un paio di giorni dal ballottaggio e non avere ancora chiaro questo concetto?

Piuttosto che tentare di mettere in confusione gli elpidiensi con chiacchiere da bar, faccia ordine nei suoi pensieri. In merito alle lotte all’interno del partito, posso dire di averle fatte ed anche tante: quando ci si trova davanti ad una casta, ad un clan politico le cui fila vengono tirate dall’alto, e non si condivide quel modo di fare, davanti ai continui “no” di un partito che non ha nessuna intenzione di cambiare non si può fare altro che fare una scelta diversa.

Me ne sono andato e i numeri mi hanno dato ragione visto che al primo turno il più votato sono stato io, non la continuità!”.


da Alessio Terrenzi
Candidato a Sindaco di Sant'Elpidio a Mare





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-05-2012 alle 18:07 sul giornale del 17 maggio 2012 - 488 letture

In questo articolo si parla di politica, Sant'Elpidio a Mare, alessio terrenzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/y9R