Conferenza dei sindaci dell'Area Vasta: quale favola si racconterà oggi?

Cisl Fp 4' di lettura 15/05/2012 - Nell’incontro sindacale di ieri pomeriggio, abbiamo appreso, come era prevedibile, che l’ASUR non concederà a questo territorio altro che “briciole” in tema di assunzioni di personale. Ciò vorrà dire che lo scenario che si andrà a delineare per nei prossimi mesi per quanto riguarda i servizi sanitari offerti agli utenti fermani, sarà il peggiore tra quelli preventivati.

IL cosiddetto PIANO B2 che prevede accorpamenti dei reparti di Chirurgia con Urologia e di Ortopedia con Otorinolaringoiatria e soprattutto il taglio di 4 posti letto di Psichiatria, diventerà esecutivo a meno che l’ASUR non riveda le sue assurde posizioni sulle deroghe al blocco delle assunzioni. Oltre a ciò verranno messi in atto altri interventi sui servizi territoriali tutti indirizzati a tagli di prestazioni e di chiusure temporanee. Vediamo qualche numero: nella dotazione organica dell’area vasta 4 mancano 53 infermieri. Alcuni posti di questi, 29 per la precisione, sono stati coperti con incarichi a tempo determinato che via via vanno scadendo. Non tutti sono prorogabili e quindi non tutti i 29 resteranno coperti nei prossimi mesi. Si capisce molto bene che mancano all’appello almeno 27 infermieri.

La Direzione Generale dell’ASUR, infischiandosene del mantenimento della qualità assistenziale e dei servizi da garantire, ha autorizzato solo 16 nuove assunzioni d’infermieri a tempo determinato e solo per pochi mesi. A questi si aggiungeranno solo 7 OSS nuovi assunti sempre a tempo determinato. Mancano poi 4 tecnici di laboratorio per garantire la sopravvivenza del Laboratorio Analisi di Fermo, della Citologia che ad oggi consegna le risposte degli esami istologici dopo più di 40 gg ( parliamo di referti da cui può derivare la diagnosi precoce di malattie oncologiche e comunque gravi…) del Centro Trasfusionale, altro servizio essenziale per la vita delle persone. A tutto questo dobbiamo aggiungere l’assoluta carenza di Educatori Professionali, di Tecnici di Neurofisiopatologia, di Amministrativi, di Autisti, di Centralinisti ecc ecc. Domani mattina si terrà la Conferenza dei Sindaci dell’Area Vasta 4 alla quale dovrebbe partecipare anche l’Assessore Mezzolani. Ma cosa verrà a dire stavolta o a promettere per il fermano ? Quello che da anni promette e non mantiene? Cioè un riequilibrio delle risorse economiche stanziate per il sud delle Marche nei confronti di quelle da anni investite altrove?

Non ci crediamo più ormai, siamo disillusi e forse arresi all’evidenza che in questa Regione, solo apparentemente virtuosa, i cittadini NON SONO TUTTI UGUALI. Basti pensare alla spesa procapite per cittadino che va da 1900 € dei più fortunati ( nord delle Marche ) a 1450 € dei più sfortunati ( sud delle Marche). L’Assessore Mezzolani, sperando di trovare di fronte una conferenza dei Sindaci degna di questo nome e non sottomessa e divisa da interessi di parte e di colore, dovrà giustificare ad esempio come mai a gennaio del 2012 ha sottoscritto un accordo con la ex Zona Territoriale di Fano per ripianare lo splafonamento dei fondi contrattuali di circa 350.000 € mentre tutti gli altri territori delle Marche non hanno visto un solo centesimo. Perché A Fano si e a Fermo o Ascoli no? Il personale del comparto non ha percepito nemmeno lo 0.80% del fondo 2009, previsto dal C.C.N.L. 2008-2009, poche centinaia di euro che di questi tempi certo avrebbe fatto comodo.

Il tagli dei posti della psichiatria è un’offesa alla disabilità e alla fragilità. E’ uno schiaffo a tutte le famiglie che hanno familiari con malattie psichiatriche che questa estate , al bisogno, riceveranno la riposta che la struttura fermana non ha posti per ricoverare un loro congiunto e che dovrà essere trasferito chissà dove. Cari Sindaci, non fatevi ingannare dai discorsi sui massimi sistemi di cui si riempiono la bocca, Ruta piuttosto che Mezzolan. Di queste “favolette” poco c’importa. L’ASUR deve allargare i cordoni della borsa e concedere al fermano le risorse che gli spetta di diritto, visto che non le ha ricevute prima. Tutte le risorse necessarie per garantire i pochi posti letto che l’Area Vasta 4 ha e che invece si vedrà ulteriormente tagliare grazie alla politica miope, ingiusta e fortemente lesiva dei diritti alla salute, che la Giunta Regionale sta permettendo, in assoluto silenzio, di mettere in atto al Dr. Ciccarelli.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-05-2012 alle 21:32 sul giornale del 16 maggio 2012 - 824 letture

In questo articolo si parla di attualità, cisl, Cisl FP

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/y6J