Sant'Elpidio: Terrenzi, 'Io non mi confronto con chi sa solo insultare'

alessio terrenzi 4' di lettura 12/05/2012 - Si apre un’intensa settimana per il candidato sindaco Alessio Terrenzi e per il suo gruppo. Lunedì sera doppio appuntamento: a Castellano alle ore 21.00 presso la piazza adiacente alla chiesa (nel caso di condizioni meteo avverse l’incontro si terrà presso la sala pubblica che si trova accanto alla scuola) e a Bivio Cascinare alle 21.45.

Una settimana di incontri che segue a due assemblee pubbliche già effettuate alla Bocciofila e, ieri sera, a Casette d’Ete. In tanti si sono ritrovati a confrontarsi con il candidato sindaco che è sceso tra la gente per ringraziare dell’appoggio fino ad ora ottenuto ma anche per tornare a chiedere di andare nuovamente alle urne il 20 ed il 21 di maggio.
In merito alle polemiche Terrenzi taglia corto. “Io non mi confronto con chi sa solo insultare. Ho altro da fare, ho già iniziato a lavorare per la città, che questo piaccia o no”.

“Qualcuno mi ha detto che non serviva tornare nei luoghi in cui al primo turno c’è stato parecchio consenso per noi ma io ho ritenuto, invece, di doverlo fare. Come non ringraziare quanti hanno riposto fiducia in me? Sia alla Bocciofila che a Casette ho trovato un ambiente positivo: c’è tanto entusiasmo attorno al nostro progetto per la città ed attorno a noi. La scelta di tornare tra la gente per un continuo confronto ed ascolto reciproco è quella che caratterizzerà non solo questa fase precedente al voto ma tutta la nostra amministrazione, se i cittadini vorranno che sia io il primo cittadino di questa città. Probabilmente gli elpidiensi non sono abituati a questo modo di fare e già il cambiamento si vedrà a tal proposito. E’ questa una delle più grandi sfide che abbiamo voluto accettare: introdurre un nuovo modo di governare che ponga al centro il cittadino e che veda l’amministrazione accanto a lui nell’affrontare le problematiche del territorio e nel fare le scelte più importanti. Non sarò un sindaco che approva progetti sconosciuti alla gente e il metodo che abbiamo adottato fino ad ora è una prova tangibile di quanto la partecipazione sia importante per noi e non sia solo un concetto tirato in ballo tanto per parlare”.

Nel corso delle assemblee sono stati riportati tra la gente i risultati dei questionari che erano stati sottoposti loro durante la prima fase della campagna elettorale.
“Quella che abbiamo impostato e proposto non è una partecipazione di facciata ma una partecipazione reale. Tant’è che abbiamo lavorato sui dati che abbiamo raccolto nel territorio ed il nostro programma sarà aggiornato in base ai suggerimenti che sono arrivati dagli elpidiensi e che abbiamo ritenuto di dover avallare”.
I dati, nel dettaglio, vedono come più votati i seguenti interventi: bilancio partecipato (948 voti), risparmio energetico illuminazione pubblica (923), divieto pannelli fotovoltaici a terra (884), segnalazioni on line (848), nuova casa di riposo (847) e, a seguire, sicurezza con videosorveglianza, “1000 tetti fotovoltaici”, sportello informa famiglia, assistenza domiciliare, sindaco online, “Sportello Europa” per finanziamenti pubblici e privati.

Nell’ambito degli interventi relativi alle singole aree strategiche, per l’area Mandozzi ha ottenuto 615 voti la realizzazione di una nuova scuola materna, per l’area Piazza Mazzini/ex consorzio di Casette con 181 voti i più graditi sono risultati i parcheggi interrati, per l’area Serafini/Virgili la realizzazione di un parco e attrezzature sportive è risultato il più votato con 152 voti. Inoltre, nell’ambito del progetto “Parchi per tutti” il più votato (711 voti) è stato il parco a Santa Croce sul modello dell’Abbazia di Fiastra, nell’ambito del progetto “Centro Storico” con 648 voti ha ottenuto il maggior gradimento l’agevolazione al commercio seguita dalla valorizzazione del sottosuolo e del turismo (rispettivamente 648 e 640 voti).

Tra le proposte segnalate dai cittadini compaiono la realizzazione della casa del volontariato con sede delle associazioni presso il palazzo Montalto – Nannerini, la riqualificazione dell’ospedale civile, il miglioramento delle strade comunali, l’attivazione di un servizio di navetta tra capoluogo e frazioni a costo ridotto, progetti per produrre sempre meno rifiuti, il rifacimento della pista di atletica allo Stadio Montevidoni, nuovi pulmini, miglioramento della viabilità al centro, il completamento della rete gas metano, maggiore facilità di accesso agli uffici comunali con orari più agevoli ed uffici in un unico edificio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2012 alle 18:04 sul giornale del 14 maggio 2012 - 943 letture

In questo articolo si parla di politica, Sant'Elpidio a Mare, alessio terrenzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/yYw





logoEV