Le opere dell’incisore Pietro Testa esposte in Biblioteca

biblioteca 1' di lettura 03/05/2012 - Nell’ambito delle ormai tradizionali e periodiche iniziative di valorizzazione del patrimonio conservato nel Gabinetto delle Stampe e dei Disegni della Biblioteca Civica “Romolo Spezioli” di Fermo, a partire da mercoledì e fino alla fine di giugno, sarà possibile visitare la mostra delle incisioni dell’artista seicentesco Pietro Testa.

La sala della biblioteca dedicata alle stampe e ai disegni è stata inaugurata nel 2005 a seguito della riapertura della Biblioteca Civica dopo i lavori di ristrutturazione.

Il materiale bibliografico, grafico e documentario conservato all’interno della Biblioteca Comunale di Fermo concorre ad ascriverla tra le biblioteche più importanti a livello nazionale. In particolare, nel Gabinetto delle Stampe e dei Disegni sono conservati più di 4.000 disegni e oltre 6.000 stampe, fra cui quelle esposte in mostra dell’incisore Pietro Testa, detto il Lucchesino.

Nato nel 1611, Testa si trasferì presto a Roma, entrando alla scuola del Domenichino per dedicarsi con assiduità e passione al disegno dall´antico e traendo ispirazione dal grande Raffaello. Le opere esposte ci restituiscono soltanto un´immagine parziale del suo catalogo pittorico che, secondo quanto riferiscono le fonti, doveva essere ben più vasto, mentre molto più cospicua risulta la sua attività nel campo della grafica e dell´incisione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2012 alle 15:43 sul giornale del 04 maggio 2012 - 636 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/yzg





logoEV
logoEV