Porto S. Giorgio: San Giorgio servizi deve mettere a norma i locali

unione sindacati di base 1' di lettura 30/04/2012 - Sono ormai anni che l’Unione sindacale di base, insieme a Cgil e Cisl chiede al Comune di Porto San Giorgio e alla San Giorgio Distribuzione e Servizi, di mettere a norma i locali adibiti a spogliatoio per i lavoratori dell’azienda.

Il presidente Giorgio Luzi ci ha espresso la sua disponibilità mentre invece il Comune da anni promette ma non procede nell’intervento, che è invece molto urgente sotto il profilo dell’igiene e della sicurezza. Ormai la situazione è divenuta non più tollerabile”.

Lo afferma il segretario regionale dell’USB Andrea Quaglietti. “I candidati a sindaco di Porto San Giorgio hanno promesso tutto ai loro cittadini, luna compresa, ma ai lavoratori interessano queste cose. Nessuno al momento si è preso l’impegno per la sistemazione di questi locali della San Giorgio Servizi, che sono inadeguati e da molto tempo non a norma. Anzi – aggiunge Quaglietti – l’azienda aveva trovato altre strutture da utilizzare allo scopo ma il Comune gli ha impedito di procedere con il contratto d’affitto. Tutto ciò è inaccettabile. Se non si interverrà presto l’Unione sindacale di base adirà le vie legali, a tutela dei lavoratori coinvolti”


da Unione sindacale di base -Ascoli Piceno




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2012 alle 19:39 sul giornale del 02 maggio 2012 - 630 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, unione sindacati di base, Unione sindacale di base

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/yty





logoEV
logoEV