Basket: a Teramo la Fabi si batte ma alla fine deve arrendersi, 99-93

basket generico 2' di lettura 26/04/2012 - La squadra di Valli paga lo scotto di assenze pesanti sotto le plance, sull'altro fronte un Polonara in gran spolvero (34 punti) trascina gli abruzzesi alla salvezza. Prossimo turno al PalaRossini contro Caserta.

Non è certamente per accampare scuse ma non può essere ignorato che alla Sutor nella sfida contro Teramo, oltre a May per quale il campionato è già finito, è venuto a mancare anche Nicevic, costretto alla panchina per un infortunio patito a poche ore dal match. Con il pacchetto dei lunghi praticamente dimezzato è stata dura per Montegranaro cercare di contenere lo strapotere degli abruzzesi nella lotta sotto i tabelloni. La formazione di casa ha saputo approfittare dei problemi dei gialloblù sfruttando appieno le caratteristiche di Polonara, apparso in uno stato di forma eccezionale. Alla fine per lui un bottino di 34 punti e tanti rimbalzi. Ma in campo non c'è solo Teramo, la Fabi non sta a guardare, lotta e tiene bene il campo.

Al termine del primo quarto i padroni di casa sono avanti di tre lunghezze (26-23). Nel secondo Polonara continua ad imperversare ma i canestri di Karl, Ivanov e McNeal tengono a galla i marchigiani. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 46 a 41. Dopo l'intervallo la Fabi continua a ribattere colpo su colpo e resta sempre a stretto contatto soprattutto per merito di Ivanov che lavora per quattro sotto i tabelloni e segna canestri preziosi. Nella seconda parte del terzo parziale la Tercas prova l'allungo e, con il solito Polonara, si porta su un vantaggio in doppia cifra. Ma Montegranaro non demorde e con Zoroski riesce a chiudere al 30° sotto di sole 5 lunghezze (72-67). Ultimo parziale ancora all'insegna dei canestri di Polonara coadiuvato da Dee Brown ed il vantaggio degli abruzzesi si dilata fino al 95 a 81 del 36° minuto che sembra porre la parola fine alla gara.

Ma la grande forza di volontà di Di Bella e compagni la riapre con un break di 10 a 0 ed a circa un minuto e mezzo al termine le squadre sono sul 95 a 91. A questo punto Teramo esce dall'apnea e riesce a mettere i canestri che chiudono il match sul 99 a 93 e che significano salvezza anche per la formazione allenata da Ramagli. Coach Valli è comunque soddisfatto della prova dei suoi fra i quali un encomio particolare va al bulgaro Ivanov autore di 21 punti con 12 rimbalzi catturati. Domenica prossima terzultima di campionato, al PalaRossini arriva Caserta che ha due punti in più della Fabi Shoes in virtù della vittoria di ieri contro l'Umana Venezia.






Questo è un articolo pubblicato il 26-04-2012 alle 18:30 sul giornale del 27 aprile 2012 - 592 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, ancona, Armando Lorenzetti, sutor, fabi shoes

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/yiC





logoEV
logoEV