Sant'Elpidio: Terrenzi a Castellano, 'Discontinuità con l’amministrazione uscente'

Alessio Terrenzi 2' di lettura 22/04/2012 - Si presenta in discontinuità con l’amministrazione uscente e, pur non rinnegando il periodo vissuto in giunta come assessore, il candidato sindaco Alessio Terrenzi precisa alcuni aspetti dei suoi trascorsi da amministratore e fa chiarezza sull’epilogo che portò alla rottura.

“I problemi con l’amministrazione Mezzanotte sono emersi con chiarezza quando si è trattato di votare, in giunta, il passaggio di comune capofila per quanto riguarda la struttura La Serra a Porto Sant’Elpidio. Non ho condiviso, e l’allora assessore ai servizi sociali Sibilla Zoppo Martellini era sulla mia stessa lunghezza d’onda, quella scelta che secondo me andava nella direzione di svalorizzare la nostra città a vantaggio di Porto Sant’Elpidio. Mi sono reso conto che quel modo di fare non mi apparteneva.

Un amministratore viene eletto per valorizzare il suo territorio, non per svalorizzarlo. Più volte ho manifestato il mio malessere fino ad arrivare alle mie dimissioni nel mese di settembre. Non è stato il sindaco a rispedirmi a casa dopo il rimpasto ma sono io che me ne sono andato. Essere cacciati e andarsene di propria volontà sono due cose diverse. Vorrei inoltre ricordare che ero assessore all’ambiente e mi sono dimesso il giorno dopo che è stato assegnato affidato l’appalto per la raccolta dei rifiuti porta a porta”.
Da qui la scelta di proporre qualche cosa di nuovo per la città: un’amministrazione nuova che si lasci alle spalle un modo di fare sorpassato e lontano dagli interessi della cittadinanza e che apra, invece, le porte alla massima trasparenza, alla massima partecipazione e alla politica intesa come sevizio, non come potere. Un modo di amministrare per il quale unico interlocutore sia il cittadino, lontano dalle logiche di partito “…perché i partiti sono sempre stati motivo di separazione, non di unione – commenta Terrenzi – motivo di contrasto piuttosto che di lavoro di squadra”.

Nel merito delle questioni riguardanti, nello specifico, il quartiere di Castellano, Terrenzi – accompagnato dai candidati Gianmarco Governatori, Matteo Verdecchia, Gianfranco Campanari ed Alessio Pignotti – ha ricordato la necessità di intervenire sulla nuova scuola per l’infanzia “Arcobaleno” che, nonostante sia una delle più nuove del territorio, presenta delle problematiche da affrontare. Inoltre, ha puntato l’attenzione sull’osservatorio astronomico, sulla necessità di prendere provvedimenti per abbassare la velocità dei veicoli lungo le strade ed ancora illuminazione pubblica, marciapiedi e fognature.

Dopo l’incontro a Castellano e quello in programma per questa sera presso la sala Angeli Custodi di Cascinare, sabato Terrenzi sarà impegnato in un incontro presso il Bar Lola (ore 14.30) e lunedì sera, alle 21, incontrerà le associazioni di categoria presso il Casale Cs, al capoluogo. Incontro, quest’ultimo, che aprirà un’altra intensa settimana ricca di appuntamenti a contatto con la cittadinanza.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2012 alle 19:37 sul giornale del 23 aprile 2012 - 954 letture

In questo articolo si parla di politica, alessio terrenzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/x8c





logoEV
logoEV