La Form suona Schumann e Brahms. Trifonov lascia, arriva Andaloro

Giuseppe Andaloro 1' di lettura 11/04/2012 - La FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana, diretta da Johannes Wildner, con il grande pianista italiano Giuseppe Andaloro per un concerto di musiche di Schumann, Brahms e Marzocchi.

“Un talento per un talento”. Sarà Giuseppe Andaloro a subentrare a Daniil Trifonov, indisponibile per i numerosi impegni seguiti alla vittoria del concorso Čajkovskij, nell’esecuzione del grande concerto della FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana diretto da Johannes Wildner che debutterà venerdì 13 aprile, ore 21.00, al Pergolesi di Jesi (in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini) per proseguire poi il 14, ore 21.00, al Rossini di Pesaro (in collaborazione con l’Ente Concerti), il 15, ore 18.00, al dell’Aquila di Fermo (in collaborazione con la Gioventù Musicale d’Italia) ed infine il 17, ore 21.15, al Gentile di Fabriano.

Andaloro, vincitore del Busoni e del concorso di Hong Kong, apprezzato in tutto il mondo per le sue grandi doti interpretative, si misurerà con il Concerto per pianoforte e orchestra in la min., op. 54 di Schumann, appassionato, irrequieto, innovativo, unico nel suo genere. Il brano di Schumann sarà introdotto da un nuovo lavoro del compositore marchigiano Paolo Marzocchi dal titolo I quattro elementi, ispirato a Bach, e seguito dalla grande Serenata n. 1 in re magg., op 11 di Brahms, “quasi una sinfonia” nelle proporzioni e nella concezione, elegante, raffinata, fluente con vivace leggerezza verso orizzonti infiniti pieni di malinconia.


da Form
Fondazione Orchestra Regionale Marchigiana






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-04-2012 alle 16:57 sul giornale del 12 aprile 2012 - 1227 letture

In questo articolo si parla di attualità, Form, giuseppe andaloro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xDk





logoEV
logoEV