S. Elpidio: Valentini, 'Nel ricoprire la carica di sindaco avrò la possibilità di rivitalizzare la città'

Elezioni 2' di lettura 05/04/2012 - “Prima di candidarmi mi sono consultato con la mia famiglia. Era doveroso. E dopo una lunga riflessione, ho deciso di fare questo importante passo”.

Il candidato sindaco Alberto Valentini si dice stupito nel leggere le dichiarazioni alla stampa dell’ex sindaco Giovanni Martinelli, parole che lo chiamano in causa direttamente: “Giovanni è un amico ma nel prendere la decisione di candidarmi a sindaco ho creduto opportuno dover coinvolgere ed interessare la mia famiglia. Ricoprire il ruolo di primo cittadino è un impegno gravoso che richiede tempo e dedizione. Fare il sindaco comporta un dispendio di energie e di tempo che inevitabilmente dovrò sottrarre, almeno in buona parte, alla mia famiglia. Ecco perché per me era doveroso un preliminare confronto con i miei affetti. E quando dai miei cari ho ricevuto il pieno consenso nel fare questo decisivo passo, ho sciolto la riserva. Non è facile spiegare in poche parole le motivazioni che mi hanno portato a candidarmi per la carica di Sindaco alle prossime elezioni amministrative del 6 e 7 maggio 2012. Sono coniugato e padre di due figli. Ho vissuto per tanti anni tra Roma e Sant’Elpidio a mare, prima da studente alla facoltà di Ingegneria e poi occupato nella Società Elettronica Spa fondata dall’ingegner Fratalocchi.

In questa azienda sono potuto crescere professionalmente ed assumere ruoli sempre più importanti e di responsabilità. In tutti questi anni sono, comunque, rimasto legato alla nostra Sant’Elpidio a Mare, dove sono nato e dove vive la mia famiglia. Il legame intimo con la mia Città, consolidato con i diversi impegni di volontariato (Avis, Unitalsi, Anpas) è stato sempre forte per me e per i miei figli, e quando molte persone, sapendo che ero andato in pensione, mi hanno chiesto di candidarmi, ho iniziato seriamente a prendere in considerazione quest’opportunità. Sì, opportunità, perché nel ricoprire la carica di Sindaco avrò finalmente la possibilità di rivitalizzare la mia città mettendoci la faccia, in prima persona. Spiegatemi cosa c’è di più gratificante per un cittadino, che porta da sempre nel cuore la sua Sant’Elpidio a Mare, impegnarsi nell’unico interesse della collettività. Dopo una profonda riflessione ho deciso di accettare e, conseguentemente, di mettermi in gioco. Dopo una vita passata a lavorare, ora sono in pensione e tutto il mio tempo, oltre che alla famiglia, potrò dedicarlo a Sant’Elpidio a Mare e ai miei cari concittadini, senza mai dimenticare gli amici”.






Questo è un articolo pubblicato il 05-04-2012 alle 17:20 sul giornale del 06 aprile 2012 - 724 letture

In questo articolo si parla di elezioni, Sant'Elpidio a Mare, alberto valentini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xrH