Grande interesse e successo per la presentazione degli studi di Hagemann

2' di lettura 05/04/2012 - È stato presentato martedì 3 aprile presso l’Aula Magna della Facoltà di Beni Culturali dell’Università degli Studi di Macerata a Fermo il libro Wolfgang Hagemann. Studi e documenti per la storia del Fermano nell’età degli Svevi (secoli XII-XIII) a cura di Francesco Pirani.

L’iniziativa, organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo e dalla Facoltà di Beni Culturali “G.Urbani”, ha visto la partecipazione di un pubblico numeroso, proveniente da tutta la regione, fortemente interessato agli studi presentati nel volume. Il testo edito per i tipi di Andrea Livi, costituisce la prima edizione in lingua italiana della traduzione dal tedesco degli studi compiuti da Wolfgang Hagemann (Lipsia, 1911 – Roma, 1978) sulle relazioni intercorse fra gli imperatori Hohenstaufer e i maggiori centri comunali del Fermano e del Maceratese nei secoli XII-XIII. Il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo Amedeo Grilli, esprimendo soddisfazione per la conclusione della lunga ed approfondita ricerca curata dal dipartimento Beni Culturali del corso di laurea in beni culturali, ha ribadito la volontà della Fondazione nel documentare e ricostruire la storia di Fermo e del suo territorio grazie alla collana “Fonti per la storia Fermana”, di cui la pubblicazione su Hagemann fa parte. Inoltre ha ricordato l’impegno profuso dal prof. Delio Pacini, amico e collaboratore di Hagemann, che ha contribuito a diffondere la conoscenza della storia medievale della regione Marche. Nell’occasione sono stati ricordati i tanti studiosi ed archivisti locali che hanno collaborato con lo storico tedesco e che grazie al loro prezioso ruolo di conservatori delle fonti hanno contribuito ad una opera di valorizzazione e conoscenza del territorio.

Il Direttore del Dipartimento di Beni Culturali Prof. Massimo Montella, dopo aver illustrato le numerose attività della Facoltà, ha ringraziato la Fondazione per la preziosa collaborazione e per la volontà di recuperare i frutti della meticolosa indagine condotta nel secolo scorso dallo studioso tedesco. Il curatore della pubblicazione Prof. Francesco Pirani, ricercatore in Storia medievale presso la Facoltà di Fermo, ha delineato la figura di Hagemann e spiegato le scelte operate ed il criterio scientifico seguito nella traduzione e nella edizione degli studi e dei documenti contenuti nel volume. Il Direttore dell’Istituto Storico Germanico di Roma Prof. Michael Matheus ha tenuto una lectio magistralis che, inquadrando nel contesto storico la presenza ed il ruolo degli istituti culturali tedeschi in Italia, ha presentato l’opera ricordando la figura di Hagemann e ripercorrendo il suo itinerario di ricerca che aveva come finalità quella di portare alla luce le tracce della presenza imperiale nell’Italia centrale con particolare riferimento al territorio marchigiano. Il Prefetto di Fermo Emilia Zarrilli e l’assessore alla cultura del comune di Fermo Francesco Trasatti sono intervenuti portando un saluto al pubblico.


da Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2012 alle 16:48 sul giornale del 06 aprile 2012 - 686 letture

In questo articolo si parla di attualità, Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xrn





logoEV
logoEV