x

SEI IN > VIVERE FERMO > POLITICA
comunicato stampa

Generazione Futuro 'sfida' le istituzioni sul 10 febbraio, Giorno del ricordo

1' di lettura
936
da Generazione Futuro

diego borghi fli

Generazione Futuro, movimento giovanile di Futuro e Libertà, a poco meno di un mese dal 10 febbraio si interroga sulla mancata sensibilità che viene ogni anno, da scuole e istituzioni per il giorno dedicato al massacro perpetuato dai partigiani comunisti (italiani e slavi) nei confronti degli Italiani Istriani, Fiumani e Dalmati verso la fine, ma anche oltre, della 2° guerra mondiale.

Spiega il Coord. prov. Diego Borghi (nella foto con l’On. Menia, primo firmatario della legge sul "Giorno del Ricordo"): "Ci viene insegnato che è importante conoscere la storia per non ripetere gli errori del passato, personalmente mi trovo d’accordo con questa espressione ma credo anche che bisogna essere coerenti con essa perciò mi permetto di invitare le scuole e le istituzioni ad attribuire a questo giorno il giusto significato."

A questo si aggiunge l’impegno della Vice-Coord. Provinciale di Futuro e Libertà Susanna Cardinali che dice: "In qualità di membro del Consiglio di Presidenza della Consulta provinciale degli studenti di Fermo, mi impegno a porre all’attenzione della consulta l’osservazione sollevata da Generazione Futuro, per far sì che questo giorno non rimanga uno dei tanti che formano il calendario."

La sfida dei giovani del partito di Gianfranco Fini è stata lanciata in tempo con la speranza che ci sia qualcuno disposto a far eco.



diego borghi fli

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-01-2012 alle 15:35 sul giornale del 18 gennaio 2012 - 936 letture