x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Un referendum per la mare-monti

2' di lettura
1151

da Comitato Costa Fermana


fermo

La Mare-Monti è un'infrastruttura di massima importanza. Il fermano, oggi Provincia di Fermo, è stato per troppo tempo carente (e lo è tutt'ora nonostante la terza corsia ed il casello sino a P.S.Elpidio) a livello di infrastrutture territoriali.

Di idee ne sono circolate, ma le difficoltà di realizzazione e la scarsa considerazione della politica nazionale per il nostro territorio hanno fatto sì che anche un'opera come la Mare-Monti, pensata dal COSIF nel 1999, sia ancora sulla carta, e nulla più, dopo più di dodici anni.

La drammatica situazione economica nazionale e locale non permette di godere di risorse necessarie per intraprendere i lavori con finanziamento pubblico al 100 % ed assenza di pedaggio, indi per cui è doveroso vagliare altre formule di realizzazione. L'idea di una collaborazione Comuni-Provincia-Privati con annesso pedaggio è una strada percorribile, poichè in caso contrario difficilmente nei prossimi dieci anni vedremo il compimento dell'opera.

A tale riguardo però, data l'importanza di quest'ultima, è ora di applicare quanto avvenuto il 27 Novembre 2011 a Stoccarda, capoluogo del Baden-Württemberg, in Germania, ove si è effettuato un Referendum Regionale Consultivo (non vincolante per legge ma seguito alla lettera dal governo regionale) per chiedere ai cittadini se fossero favorevoli o contrari alla realizzazione di un imponente intervento ferroviario-infrastrutturale-urbanistico chiamato Stuttgart 21.

Il risultato è stata la vittoria di coloro i quali ne erano favorevoli, nonostante i contrari (tra cui i verdi al governo) fossero accreditati del 53 %. Anzichè lasciare solamente alla politica il dibattito su un'opera che cambierà la fruizione del territorio, è doveroso che siano anche i cittadini a decidere sulla Mare-Monti, in quanto non stiamo discutendo di semplici marciapiedi, ma di un intervento che caratterizzerà il territorio negli anni a venire.

Un referendum provinciale consultivo (al quale far partecipare anche i comuni coinvolti nella Mare-Monti ma non appartenenti alla provincia di Fermo, come Amandola) sarebbe dovuto. E similmente a quanto proposto per la Mare-Monti, sarebbe auspicabile un referendum consultivo anche per il Motodromo di Fermo, il cui esito, non è scontato. Stoccarda docet.



fermo

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-01-2012 alle 15:26 sul giornale del 07 gennaio 2012 - 1151 letture