x

SEI IN > VIVERE FERMO > POLITICA
comunicato stampa

Porto Sant'Elpidio: assalto fascista, le dichiarazioni di Pagliarini (Radicali)

1' di lettura
1467

da
Stefano Pagliarini
Segretario Radicali Marche


radicali marche

L’assalto a prostitute romene e trans italiani al grido “Viva il Duce!” avvenuto a Porto Sant’Elpidio in provincia di Fermo è il termometro di una condizione di involuzione culturale che sta affrontando il nostro paese.

La sempre maggiore facilità con cui nella nostra società si mettono in atto battaglie politiche volte alla stigmatizzazione delle categorie sociali e politiche, è visibile in diversi ambiti. Lo strepitio delle folle che chiedono la testa dell’antagonista sociale lo si vede sempre più nella giustizia per esempio quando una semplice indagine diventa condanna penale, lo si vede nella politica dei partiti per cui conta solo il tono di voce e la diffamazione gratuita, lo si vede nell’odio per la politica maturato tra chi, guarda al parlamentare come ad un intrallazzino per il semplice fatto di essere un politico, lo si vede nella politica di chi usa il termine imprenditore come sinonimo di “padrone” o nella politica di chi usa il termine straniero come sinonimo di stupratore e terrorista. Nella nostra società si è oramai smesso di riconoscere l’individuo come colui che fa scelte di vita individuali e personali e si preferisce riconoscere gli individui come elementi di una categoria.

Come radicali ci siamo sempre opposti a questo tipo di mentalità bellica e ci siamo sempre battuti perché non si torni mai a seminare odio verso nessun “gruppo” politico, sociale, religioso, perché la storia ci ha insegnato come questo odio evolva rapidamente in genocidio.



radicali marche

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-01-2012 alle 14:36 sul giornale del 07 gennaio 2012 - 1467 letture