Commercio nei centri storici, lavorare insieme per il rilancio

fermo 2' di lettura 29/12/2011 -

La situazione di crisi profonda che sta investendo il commercio nel centro storico di Fermo, così difficile e complicata, non può essere imputata, proprio per la sua complessità, all’Amministrazione Comunale. Risulta perciò ingiustificabile il fuoco incrociato cui sono stati sottoposti la giunta e, in particolare, l’assessore al Commercio Marchetti in questi primi mesi di governo della città.



Il commercio nei centri storici soffre di una crisi diffusa che riguarda non certo soltanto la nostra città, e che si trascina oramai da anni. Sono tanti i nuclei urbani in cui il piccolo commercio è in sofferenza, anche a causa dei grandi centri commerciali che hanno stravolto le abitudini dei consumatori. È evidente che si sconta, nel caso della nostra città, un ritardo notevole causato in primis dalla mancata realizzazione di un progetto di riqualificazione delle aree di Piazzale Azzolino e del maxi parcheggio sottostante, comprensivo di impianti di risalita che rendano più facile l’arrivo in città.

Quello di cui Fermo e il suo centro storico hanno bisogno oggi sono interventi di tipo strutturale, che determinino in senso positivo e in modo sostanziale e duraturo, una accessibilità e una mobilità innovative e che rimettano in moto situazioni bloccate da troppo tempo come, ad esempio, il terminal o l’area del mercato coperto. Altri interventi potranno riguardare il tema delle imposte e delle agevolazioni su cui l’Amministrazione sta lavorando di concerto con altri soggetti. È chiaro che per raggiungere tali obiettivi è importante un clima di fiducia e collaborazione reciproca tra Amministrazione e commercianti, e l’ipotesi del tavolo di lavoro lanciata da Viozzi nei giorni scorsi è uno strumento cui l’Amministrazione Comunale ha già puntato, avviando un confronto aperto con le associazioni di categoria. Ogni azione però deve essere portata avanti nel rispetto degli specifici ruoli e delle relative competenze, senza prevaricazioni che potrebbero minare la volontà di dialogo tra le parti.

È lecito criticare le azioni dell’Amministrazione Comunale, talvolta però si ha la sensazione che si tratti di una volontà preconcetta, di un giudizio a priori, e ciò non è produttivo, alla luce dell’impegno e del lavoro profusi da questa Amministrazione sino ad oggi per affrontare problematiche che, in dieci anni, non hanno fatto registrare alcun miglioramento. L’Amministrazione Comunale è convinta che vi siano le basi per approntare una politica di rilancio del centro storico della città e, quindi, anche delle attività commerciali che in esso operano. L’importante è che si lavori insieme per questo comune obiettivo. Questo è e sarà l’impegno prioritario della giunta a guida Brambatti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-12-2011 alle 12:49 sul giornale del 30 dicembre 2011 - 992 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/trn





logoEV
logoEV