Porto Sant'Elpidio: disservizi negli uffici postali, lettera del sindaco a Poste Italiane

poste italiane 2' di lettura 23/12/2011 -

Una missiva per segnalare i gravi e ripetuti malfunzionamenti degli uffici postali di Porto Sant’Elpidio.



Il sindaco Mario Andrenacci ha mantenuto fede agli impegni presi in consiglio comunale e venerdì mattina ha inviato una lettera al dottor Ernesto Cecarini, direttore delle Poste Italiane Spa, per chiedere un intervento urgente di assegnazione di personale aggiuntivo e l’apertura di un nuovo ufficio.

"I nostri uffici postali - ha spiegato il sindaco Andrenacci - a causa della carenza di personale non riescono a far fronte alle esigenze degli utenti costringedoli a lunghe e estenuanti attese.

Già nel consiglio comunale del 30 novembre erano state approvate all’unanimità le mozioni presentate dai consiglieri del Pdl Andrea Putzu e Massimiliano Ciarpella e da Carlo Vallesi del Pd, che chiedevano di potenziare gli uffici postali di Porto Sant’Elpidio. In quell’occasione mi ero ufficialmente impegnato a sollecitare il direttore delle poste e, proprio per tale motivo, ora sono passato a scrivere una missiva in cui chiedo un incontro urgente per confrontarci insieme sulla questione.

E’ davvero inspiegabile che in un Comune di 26.000 abitanti, come il nostro, in crescita costante anche da un punto di vista demografico, con una forte presenza di imprese e un buon movimento turistico, possano operare solo due uffici postali, uno nella parte sud della città, funzionante solo al mattino, ed uno in centro che nel corso del periodo estivo rimane addirittura chiuso il pomeriggio per svariate settimane, costringendo gli utenti a recarsi agli sportelli esclusivamente nelle ore antimeridiane con conseguenti enormi problemi di sovraffollamento e disagio.

Oggi che la situazione appare chiaramente al collasso, con gravissimi disservizi a danno della cittadinanza, è assolutamente inaccettabile che Poste Italiane Spa, nonostante l’interessamento mio e della Prefettura di competenza, sia del tutto insensibile alle legittime aspettative dei cittadini e non prenda atto del tanto manifesto quanto grave malfunzionamento degli uffici presenti su questo territorio.

E’ assolutamente indiscutibile ed improcrastinabile l’assegnazione di ulteriore personale e la contemporanea implementazione di almeno un nuovo ufficio, in modo da garantire un servizio pubblico adeguato agli standard che Poste Italiane si è impegnata a fornire all’utenza nella sua “Carta delle qualità”. Nella missiva ho quindi sollecitato l’effettuazione di questi interventi e ho chiesto con la massima urgenza un incontro con i Responsabili dell’organizzazione dell’Azienda, affinché sia riorganizzato il servizio postale operante della nostra città.

Soltanto così infatti potranno essere definitivamente risolte le problematiche di tutti coloro che si recano negli uffici postali di Porto Sant’Elpidio. Problematiche che creano una situazione di gravissimo disagio ai cittadini e che non possiamo e non vogliamo più tollerare in alcun modo".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-12-2011 alle 17:49 sul giornale del 24 dicembre 2011 - 1272 letture

In questo articolo si parla di attualità, mario andrenacci, poste italiane, porto sant'Elpidio, Comune di Porto Sant'Elpidio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tkA