Assemblea regionale della FGCI, Francesco Interlenghi eletto coordinatore per le Marche

2' di lettura 20/12/2011 -

Sabato 17 dicembre, si è tenuta presso la sala A.N.P.I. di Ancona l’assemblea organizzativa regionale della Federazione Giovanile Comunisti Italiani – Marche. All’incontro sono intervenuti gli iscritti e i simpatizzanti dell’organizzazione ed era presente Giampiero Cesario dell’Esecutivo Nazionale, responsabile scuola della FGCI. Sono stati trattati temi riguardanti la situazione politica ed economica che stiamo attraversando.



Dopo un’analisi generale, si è discusso dell’attuale governo e della manovra presentata da Monti: una manovra, giudicata dall’assemblea, iniqua e in continuità con le logiche privatiste e liberiste della BCE, che colpisce le classi sociali più deboli, studenti, lavoratori e pensionati. Successivamente si è discusso dell’attuazione e dell’allargamento del “modello Marchionne” che calpesta lo Statuto dei lavoratori e sancisce il superamento del Contratto Collettivo Nazionale di lavoro, a favore dei contratti aziendali, chiudendo gli spazi di democrazia nei luoghi di lavoro e smantellando i diritti conquistati dai lavoratori in anni di lotte. Si è anche parlato degli aspetti che toccano direttamente le giovani generazioni, costrette a convivere con la piaga del precariato, affermatosi come modello di lavoro ma anche di vita.

Ampio spazio è stato dedicato al mondo della cultura e dell’istruzione che, negli ultimi anni, hanno subito attacchi pesanti, volti a favorire percorsi di formazione privata e il modello di aziendalizzazione dell’università; il tutto accompagnato dallo smantellamento del diritto allo studio a favore del sistema dei prestiti d’onore che provocherà l’indebitamento dello studente che vuole accedere all’università. In questa situazione è importante affermare l’esigenza di un’alternativa e di risposte concrete: questo è il compito che intende portare avanti la FGCI, lottando contro il precariato; battendosi per una Scuola e un ‘Università pubbliche, accessibili e di qualità; difendendo i beni comuni; chiedendo fortemente che venga garantito il diritto ad un lavoro sicuro e dignitoso; affermando con forza che la cultura e il lavoro sono mezzi per l’emancipazione e non strumenti di ricatto.

Questa assemblea dovrà essere una spinta propulsiva volta a rafforzare l’organizzazione in ogni territorio e a dare nuova linfa al partito, verso l’unità della sinistra e la ricostruzione del Partito Comunista. Infine, si è deciso che parteciperanno all’Assemblea Organizzativa nazionale che si terrà a Napoli il 14 e il 15 Gennaio i compagni: Francesco Interlenghi, Daniel Palladio, Gabriella Di Giovanni, Laura Picinetti come delegati; Federico Quondamatteo e Giada Traini come invitati. E’ stato poi eletto Coordinatore Regionale della FGCI – Marche, il compagno Francesco Interlenghi della Federazione di Fermo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-12-2011 alle 23:03 sul giornale del 21 dicembre 2011 - 590 letture

In questo articolo si parla di attualità, pdci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tds





logoEV
logoEV