Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo in 'Smetti di piangere Penelope!'

Smetti di piangere Penelope! 3' di lettura 09/12/2011 -

Martedì 13 dicembre si apre il sipario sulla Stagione di Prosa del Teatro Comunale di Treia promossa dal Comune di Treia e dall’AMAT e realizzata con il contributo della Regione Marche e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.



A Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo è affidata l’inaugurazione del cartellone con Smetti di piangere Penelope! commedia “tutta al femminile” che dopo lo strepitoso successo ottenuto a Parigi, dove è rimasta in scena per tre anni consecutivi con oltre 600 repliche all’attivo, arriva sui maggiori palcoscenici italiani grazie all’adattamento del regista Massimo Romeo Piparo. Dopo Treia il pubblico marchigiano potrà assistere allo spettacolo il 14 e 15 dicembre al Teatro dell’Aquila di Fermo e il 16 dicembre al Teatro Apollo di Mogliano nelle stagioni di prsa realizzate dai rispettivi Comuni con l’AMAT.

"È una commedia brillante ma dai toni un po' amari – racconta il regista - Viene da un successo francese che a Parigi ha portato anche ad un sequel. Io vidi il sequel, mi era piaciuto l'argomento e decisi di farlo. Nel secondo spettacolo l'argomento era l'orologio biologico e mi piaceva l'idea della donna che superati i 30 anni si chiede se esista un'età limite per diventare madre. Sentivo però che mancava qualcosa e andando a rileggere il primo spettacolo ho deciso di unire nel mio, sia il primo che il secondo". È una storia di attese che è tipica delle donne: da bambine si sogna il fidanzato, da adolescenti il marito, da grandi il figlio. “Devo dire – conclude Piparo - che da questa attesa della donna, noi uomini ne traiamo sempre beneficio. A 40 anni ho deciso di dedicare uno spettacolo totalmente al mondo femminile di cui sono amante e ammiratore.”

Tre ragazze che hanno già superato la soglia dei 30 anni, tre amiche libere dalle maschere e dalle convenzioni sociali, tre compagne di giochi, tre colleghe di liceo, si ritrovano dopo un po’ di tempo per caso. Si confrontano/scontrano sul tema della gravidanza, si azzuffano sull’eros, si scoprono diverse ma sempre tremendamente uguali, si amano nella disperazione. Francesca (Tosca D’Aquino): la più tosta delle tre; non ha concluso molto nella vita ma adesso ha una certezza: vuole un figlio! Anna (Roberta Lanfranchi) il figlio non lo ha neppure concepito ma sa già che è maschio, come si chiama, il giorno esatto in cui nascerà, il segno zodiacale, cosa farà da grande! Penelope (Samuela Sardo) apparentemente ingenua, mai cresciuta, una sorta di “Alice nel Paese delle meraviglie”, fa la volontaria in un centro sociale ma divora romanzi erotici.

Una colonna sonora di canzoni famosissime del pop-rock italiano e internazionale rende la commedia ancora più vicina al gusto del pubblico italiano.”

Per informazioni e biglietti: per Treia 348 3417306–0733 205571, per Fermo 0734 284295, per Mogliano 0733 557730- 335 5329539. Inizio spettacoli: Treia ore 21.15, Fermo e Mogliano ore 21.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-12-2011 alle 12:37 sul giornale del 10 dicembre 2011 - 759 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, fermo, treia, mogliano, amat marche, roberta lanfranchi, Tosca D’Aquino, Samuela Sardo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/sI0





logoEV
logoEV